millenaria Fiera croce stio cilento 2019 eventi - Valle dell’Angelo, torna la "Millenaria Fiera della Croce di Stio"

Valle dell’Angelo, torna la “Millenaria Fiera della Croce di Stio”

Torna il Progetto “la Valorizzazione della Millenaria Fiera della Croce di Stio ed.51ma”, con la direzione artistica di Lillo De Marco cofinanziato dalla regione Campania. Esso coinvolge ben sei comuni del Cilento interno ovvero Campora, Gioi, Orria, Perito Stio e Valle dell’Angelo e intende proporsi come evento che, attraverso la fusione di itinerari, cultura e spettacoli, accoglienza diffusa, natura, enogastronomia e cultura, rievoca le forme artistiche e gli aspetti tipici e caratterizzanti dei luoghi che hanno subito l’influenza del “crocevia” che nei secoli ha rappresentato la Fiera della Croce.
Dopo il “lockdown”, scaturito dall’emergenza sanitaria, il progetto culturale e di valorizzazione dell’alto Cilento riparte con slancio! Con la realizzazione degli eventi, originariamente previsti nella primavera scorsa ma sospesi a causa della pandemia mondiale; riprendono le attività promozionali con la prima sezione denominata “WEEK END AL BORGO”, progetto fortemente voluto dal sindaco Salvatore Iannuzzi.
Nello scenario incantato dell’antico borgo di Valle dell’Angelo, il paese meno popoloso di tutta la regione Campania, si potranno degustare i piatti tipici del luogo come i “parmarieddi”, piatto disponibile nei ristoranti e locande del paese. I famosi gnocchetti a quattro dita, la cui forma evoca la foglia dell’ulivo, venivano consumati in occasione della domenica delle Palme. Fatti a mano con grani antichi e auto prodotti, in un formato di pasta speciale, è un piatto unico che conserva le impronte energiche del palmo delle donne che li cavano.

Durante il giorno sarà possibile godere degli ambienti naturali che offre Valle Dell’ANgelo. Luoghi che hanno un potere rigenerativo e sono di grande bellezze paesaggistica che per troppo tempo sono state nascoste ma che oggi diventano un forziere da aprire ai turisti. Per chi è alla ricerca del “green” e della tranquillità, peculiarità esclusive dei borghi rurali, e per gli escursionisti e amanti del trekking, c’è la possibilità di fare visite guidate alla Grotta dell’Angelo, le Gole del Festolaro, la Grava di Vesalo, il villaggio rurale di Pruno e la Chiesa di S. Barbato.

I riflettori serali si accenderanno all’anfiteatro comunale di Valle dell’Angelo dove sono previsti due spettacoli musicali:
Domenica 2 agosto di scena il Maestro Espedito De Marino.
Lo storico chitarrista per anni al fianco di Roberto Murolo si esibirà in “Incanto napoletano”.
Venerdi 7 agosto si esibirà l’OSCAR MOVIES ENSEMBLE con lo spettacolo “Un tango para Maria”. L’opera è prodotta dagli Artisti Cilentani Associati.

Il maestro Espedito De Marino, per ben 18 anni è stato il fidato chitarrista di Roberto Murolo, affiancato da tre giovani e talentuosi musicisti, proporrà un viaggio musicale nel vasto mondo della musica napoletana storica e moderna, senza tralasciare i grandi cantautori italiani.

Il secondo spettacolo è una rielaborazione in forma di recital-concerto dell’Oscar Movies Ensamble artisti che fanno parte del collettivo Artisti cilentani associati. Lo spettacolo racconta il Tango attraverso i versi più celebri dei grandi poeti latino-americani: Lorca, Neruda, Borges. Sulle note suadenti del miglior tango di Piazzolla, Gardel, Troilo e Villoldo verranno reinventate, come per magia, le notti di Evaristo Carriego. Uno spettacolo che attraverso la sensualità, l’aura di mistero e la tormentata nostalgia immergerà il pubblico nelle appassionate e suggestive atmosfere della vecchia e nuova Buenos Aires. L’ensamble è un sestetto formato da Mauro Navarra (flauto), Alessandro Marino (violino), Edoardo Caiazza (viola), Maurizio Mautone (chitarra), Ezio Testa (Fisarmonica), Giovanna D’Amato (violoncello) e la cantante attrice Alina Di Polito (voce).
L’orario degli spettacoli è alle ore 21.00 e sono ad ingresso gratuito nel rispetto del protocollo anti covid.
L’ ingresso del pubblico all’area destinata agli spettacoli avviene al massimo entro 20 minuti prima dell’inizio. È consigliabile arrivare con largo anticipo per evitare file e assembramenti per l’accesso contingentato, con misurazione della temperatura, acquisizione da parte degli organizzatori dei nominativi e dei recapiti del pubblico e l’assegnazione del posto.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: cilentano.it