Stato “confusionale”

Scrivere un post chiaro e sintetico, in questa situazione di confusione legislativa non sara’ semplice. Una cosa e’ chiara: il caos regna sovrano, l’epidemia dilaga e leggi sono “incomprensibili”.

Si parte con il super green pass (cioe’ vaccinazione completa con booster) altrimenti sei come un novax e non puoi prendere un mezzo pubblico, un treno, non puoi entrare in un bar.

Da oggi, 10 gennaio, la supercertificazione è diventata obbligatoria per accedere ad alberghi e strutture ricettive, feste dopo cerimonie civili o religiose, sagre e fiere, musei e mostre, centri congressi, servizi di ristorazione all’aperto, impianti di risalita anche in comprensori sciistici, piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto, centri sociali e ricreativi per le attività all’aperto, parchi tematici e di divertimento, sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Un bel casino, visto che tutto era organizzato per la scadenza del certificato verde a sei mesi e non a quattro, come deciso in pochi giorni e la piattaforma per le prenotazioni, in Campania, fino a qualche giorno fa, non funzionava e molti non hanno, nemmeno volendo, potuto prenotarsi per la terza dose. Fare a “mazzate” negli hub vaccinali senza prenotazione si, quello si.

La scuola poi e’ un rebus: e’ stata divulgata a tutti gli operatori del settore una circolare di 15 pagine che non tiene conto dei dati reali (cioe’ docenti, alunni e personale scolastico contagiato o in quarantena perche’ parente di contagiato), il tutto suddiviso per numero di alunni contagiati a condizione delle fasce di eta’ ma non per le superiori o gli asili. Se sei un docente contagiato non puoi insegnare da casa perche’ sei malato ed il tuo posto sara’ sostituito da chi e’ ancora sopravvissuto alla quarta ondata che deve recuperare i minuti che ha accumulato perche’ l’ora scolastica non e’ di 60 min. ma di 45 (per consentire l’ingresso scaglionato). I supplenti intervengono solo per malattie superiori ai 10 /15 giorni), Poi ci sono gli astenuti… poi ci sono quelli per la DAD o contro la DAD (senza tenere conto che in tutto il cilento, fatto salvo poche realta’ come Vallo o, forse Agropoli, non esiste fibra o forse non esiste nemmeno la connessione.

Gli ospedali rischiano il collasso: in Campania sono stati differiti a data da destinarsi tutti gli interventi non urgenti.

Allo stato attuale non siamo riusciti ancora a comprendere dove si usa la mascherina ffp2 e dove si puo’ usare quella chirurgica.

Covid: in Israele, paese campione che ha gia’ somministrato 250.000 quarte dosi su una popolazione di 9 milioni di abitanti, ieri sono stati 17.521 i nuovi casi di coronavirus segnalati dal ministero della Salute (di cui 205 gravi). A questa isterica successione di notizie e di leggi, leggine e leggette (quattro decreti in pochi giorni a cui si aggiungono le ordinanze regionali o addirittura comunali), si aggiunge la notizia (che puo’ essere anche una bufala) dell’arrivo di Deltacron (un mix di varinte Delta ed Omicron) ed a Cipro finiscono tutti in ospedale.

Sono veramente curioso di ascoltare le parole di Draghi, stasera, in tivvu’… e mi rendo conto di essere fortunato: ho il super green pass rinforzato, se becco il virus e sono asintomatico (cioe’ non mi accorgo di averlo contratto), secondo questo Stato “confusionale”, posso andare al cinema e mischiarlo a tutti.

Condividi
CILENTANO.IT

Stato “confusionale”

error: cilentano.it