thumbnail copertina agora 3 1024x557 - Sapri, presentazione del libro di Gianluigi Pagliaro “L’Ultimo Canto” - 3/7/21

Sapri, presentazione del libro di Gianluigi Pagliaro “L’Ultimo Canto” – 3/7/21

Sabato 3 luglio alle ore 19.30 presso la terrazza della Biblioteca Comunale “Mercadante” sita in via Flavio Gioia in Sapri, si terrà un incontro organizzato dall’Associazione Culturale Proudhon in sinergia con l’Assessorato alla cultura del Comune di Sapri.  All’incontro sarà presente il poeta Gianluigi Pagliaro autore del libro “L’Ultimo Canto” inserito nella collana Agorà per le edizioni L’Argolibro, dialogherà con l’autore Luigi Beneduci Direttore della Fondazione “Leonardo Sinisgalli” e Nicola Vacca Direttore della collana “Agorà”, coordinerà l’incontro Gianfrancesco Caputo portavoce dell’Associazione Culturale Proudhon.

L’ultimo canto è una possente e limpida denuncia di una crescente disumanizzazione, e lo sottolinea con forza anche il prefatore Luigi Beneduci: quando non sapremo più distinguere tra egoistico interesse personale e bene collettivo, tra falso senso di sicurezza e prospettiva di futuro comune, ricadremo nella trappola di una crescente spirale di violenza ottusamente convinta della propria necessità.

I versi di Gianluigi Pagliaro mostrano, mettono in guardia, evidenziano la pericolosità di certi atteggiamenti, di profonde inconsapevolezze, di pericolose chiusure al “diverso da sé”. Le poesie si sviluppano come incessante dialogo, il poeta sa che solo da esso possono – eventualmente – scaturire novità costruttive.

È una possibilità offerta dalla poesia, dall’arte, è un’eventualità che può essere frutto solo di “illuminazioni laiche” che oggi tardano, anestetizzate da potentissime armi di distrazione di massa che non sono mancate né mai mancheranno. La grandezza della parola poetica è anche – forse soprattutto – quella di essere ininterrottamente rigenerante: lo evidenzia anche Luigi Beneduci, che chiude la sua introduzione con le parole “Non esiste un canto che sia davvero l’ultimo”

Gianluigi Pagliaro, esponente dell’Associazione Culturale Proudhon, nasce a Fagnano Castello (CS) nel 1961. Sposato e padre  di due figli, vive a Lagonegro(PZ). Allievo di V.Gerratana, U.Dotti, R.Giorgi all’Università di Salerno, dove si laurea in filosofia. Nel 1985 pubblica la sua prima raccolta di poesie, “La smania di avere uno spirito”, edito da Albatros , Roma.

Negli anni si dedica al teatro e alla musica; col gruppo Orient varie major nazionali e internazionali pubblicano suoi brani in qualità di coautore e producer, tra i quali in featuring con Mango, il brano “La Rondine rmx”. Già responsabile regionale della UILT (Unione Italiana Libero Teatro) in qualità di presidente per la Basilicata. Ha portato in scena da regista varie pìece teatrali con la sua compagnia “Attiva-mente”. Collabora con la rivista “Zona di disagio”, diretta dal poeta e critico letterario Nicola Vacca.

Condividi
error: cilentano.it