rifiuti - Rifiuti abbandonati in zona Parco, parte l'esposto

Rifiuti abbandonati in zona Parco, parte l’esposto

Ancora abbondante presenza di materiale contenente probabile amianto nel nostro Parco nazionale del Cilento e V.D.A, Patrimonio dell’Umanita.

Nella stradina sterrata al Km 3/VI della Mingardina, che conduce al fiume Mingardo, in area protetta del parco si rinviene ancora la presenza di molte onduline di materiale pericoloso. Due grossi pacchi avvolti da telo di plastica sono stati abbandonati a pochi metri dal fiume ZPS , ancora non individuati dalla amministrazione di Camerota , perché sprovvisti del cartello di Attenzione Amianto e senza la recinzione prevista dalla normativa vigente, pertanto dannosi per la salute umana e dell’ambiente.

La stradina sterrata sembra il luogo prescelto da incivili per l’abbandono non visti di rifiuti e in special modo di materiale Eternit, che rimane pertanto per lungo tempo alle intemperie.

Molte segnalazioni di abbandono rifiuti anche pericolosi sono stati varie volte inviati alle autorità competenti, raccomandando tra l’altro di provvedere con urgenza alla chiusura del luogo e ad installare una video camera. Ma tutt’ora non è stato previsto alcun intervento risolutivo del cronico problema abbandono rifiuti.

Questa volta chi ha abbandonato i due pesanti e voluminosi pacchi deve aver adoperato un furgone e un braccio meccanico per sollevare e depositare in un angolo questo peso di quintali.

Un esposto è stato pertanto inviato al Prefetto di Salerno, al sindaco di Camerota, al presidente del Parco nazionale e per conoscenza alla Procura di Vallo Lucania.

10 febbaio 2020 – comunicato stampa a cura di Paolo Abbate, attivista socio wwf e Lipu

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.