e214a2 Piaggine HomeIm 807x400 - Piaggine e Art bonus - piano di recupero culturale

Piaggine e Art bonus – piano di recupero culturale

Parte dal Comune di Piaggine l’individuazione di una serie di interventi, potenzialmente beneficiari delle erogazioni attraverso il c.d. Art Bonus, di manutenzione ordinaria e straordinaria, protezione e restauro dei beni culturali pubblici. Prosegue, così, il progetto dell’amministrazione di valorizzazione del patrimonio artistico del borgo cilentano per incentivare il turismo e incrementare l’offerta culturale attraverso l’implementazione di contenuti legati alla storia e alle tradizioni del paesino montano.

Il Comune di Piaggine ha individuato una serie di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, protezione e restauro di beni culturali pubblici da finanziare attraverso le erogazioni di mecenati agevolati dal c.d. Art Bonus. Si tratta di 10 opere, tra quadri e sculture, da restaurare e riportare alla bellezza originaria. Ai sensi dell’art.1 del D.L. 31.5.2014, n. 83, “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”, convertito con modificazioni in Legge n. 106 del 29/07/2014 e s.m.i. e poi reso permanente dalla legge di stabilità 2016 del 28 dicembre 2015, n. 208, è stato introdotto un credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo, il c.d. Art bonus, quale agevolazione fiscale al 65% del mecenatismo a favore, appunto, del patrimonio culturale. In relazione alla qualifica del soggetto che effettua le erogazioni liberali sono previsti limiti massimi differenziati di spettanza del credito d’imposta:

• Per le persone fisiche ed enti che non svolgono attività commerciale (dipendenti, pensionati, professionisti), il credito d’imposta è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile;
• per i soggetti titolari di reddito d’impresa (società e ditte individuali) ed enti non commerciali che esercitano anche attività commerciale il credito d’imposta è invece riconosciuto nel limite del 5 per mille dei ricavi annui.

Prende sempre più forma, così, il progetto dell’amministrazione comunale di Piaggine, guidata dal Sindaco Guglielmo Vairo, di valorizzare i beni demaniali per incentivare il turismo nel piccolo paese – utilizzando tutti gli strumenti a disposizione degli enti pubblici – anche attraverso un’offerta culturale caratterizzate dalla preservazione della storia e delle tradizioni di un borgo legato al Monte Cervati e ad uno dei paesaggi montani più belli e suggestivi della Campania.

Condividi