Guerra in Europa – Settembre 2022

25/9/22 – UNIAN – Daghestani protestano contro le “tombe”, le forze dell’ordine aprono il fuoco. Negli insediamenti del Daghestan sono iniziate le proteste contro la mobilitazione. Scrivono che protesteranno di notte. Un’azione di massa è prevista nella capitale della repubblica, Makhachkala. Nel villaggio di Endirey è già in corso una manifestazione su larga scala. Lì la gente ha bloccato l’autostrada federale, le forze di sicurezza sparano in aria nel tentativo di disperdere i manifestanti.

25/9/22 – UNIAN – Nella regione di Rostov ho notato un treno con camion Almeno 15 unità di veicoli GAZ e Ural, a quanto pare, ora trasporteranno quegli alco-voivodes che i “potenti” raisya hanno reclutato durante la mobilitazione. Probabilmente il “secondo esercito del mondo” ha già esaurito altre attrezzature e presto gli alkonauti verranno portati sulle slitte

24/9/22 – UNIAN – L’ex presidente mongolo Tsakhiagiin Elbegdorj ha esortato i russi a non entrare in guerra contro l’Ucraina Invitò Buriati, Tuvani e Calmucchi a fuggire nel suo paese per evitare la mobilitazione forzata nella Federazione Russa. Si noti che Elbegdorzh è un grande amico dell’Ucraina, si è laureato all’Istituto politico-militare di Leopoli.

24/9/22 – ukraine news 24/7 – L’esumazione a Izyum nel luogo della sepoltura di massa è stata completata, sono stati trovati 447 corpi ➖ Secondo le forze dell’ordine, tra i morti: ➖194 – uomini; ➖215 – donne; ➖22 – militare; ➖5 – bambini; ➖11 – resti di persone, sesso non determinato.

23/9/22 – UNIAN – Alcuni russi mobilitati sono così ansiosi di combattere che non hanno il tempo di arrivare in Ucraina e iniziano a “denazzizzarsi” a vicenda proprio sulla strada. Altri si ubriacano così tanto che riescono a malapena a camminare lungo l’aeroporto per atterrare. Colui che ha subito una schiacciante sconfitta in una battaglia impari con il blu, sguazza solo tra gli sputi tra i cespugli

23/9/22 – UNIAN – Il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto si è vantato di essere riuscito a parlare con la testa di cavallo Lavrov e a discutere di pace in Europa Szijjarto ha assicurato al collega che il suo Paese è contrario alle sanzioni anti-russe e, in generale, l’approvvigionamento energetico è uno dei più importanti per l’Ungheria. “È una chiara linea rossa per noi. Non vogliamo che il popolo ungherese paghi per una guerra con cui non ha nulla a che fare”, ha detto. Allo stesso tempo, ha aggiunto che l’Ungheria bloccherà in ogni modo l’introduzione di nuove misure restrittive.

#image_title

23/9/22 – UKRINFORM – Le truppe russe continuano gli sforzi per conquistare completamente la regione di Donetsk, stabilire difese e mantenere le aree catturate, nonché interrompere le azioni attive delle forze di difesa ucraine in determinate direzioni. Il nemico apre il fuoco su tutta la linea di contatto, tenta di riconquistare le posizioni perse e conduce una ricognizione aerea. La dichiarazione pertinente è stata rilasciata dallo Stato maggiore delle forze armate ucraine su Facebook, riporta un corrispondente di Ukrinform. Gli invasori russi continuano a colpire le infrastrutture civili e le aree residenziali. La minaccia di attacchi aerei e missilistici persiste in tutta l’Ucraina.

23/9/22 – Il sindacato federale dei controllori del traffico aereo della Russia (FPAD) ha fatto appello al primo ministro Mikhail Mishustin con la richiesta di non inviare in guerra i controllori del traffico aereo. Secondo l’organizzazione, il primo giorno della mobilitazione dell’agenda, diverse dozzine di rappresentanti di questa professione in Siberia e nell’Estremo Oriente hanno ricevuto una convocazione, che ha creato un grave pericolo per i voli nell’est della Russia.

23/9/22 – Russia in fuga dalla Russia – Una coda di auto al confine russo-georgiano, formatasi dopo che Vladimir Putin ha annunciato l’inizio della mobilitazione nel Paese – Echo of the Caucasus

22/9/22 – SOTA – RIVOLTE ED ARRESTI IN RUSSIA – A Ufa, durante una manifestazione contro la mobilitazione, un poliziotto ha raggiunto e buttato a terra uno dei manifestanti. Video: SOTA

22/9/22 – ANSA – Sono salite a 525 le persone fermate alle manifestazioni contro la mobilitazione parziale in Russia che si sono svolte in diverse città del Paese. Lo riferisce Ovd-Info, una ong che registra le attività dell’opposizione e assiste legalmente i fermati.

video SOTA

22/9/22 – UNIAN – Il ministero della Difesa lituano ha approvato la decisione di mettere le sue truppe in massima allerta Secondo il ministro della Difesa Arvydas Anusauskas, il motivo di questa decisione è l’annuncio della mobilitazione “parziale” della Federazione Russa.

22/9/22 – UNIAN – Nel decreto sulla mobilitazione, uno dei punti è stato nascosto a un vasto pubblico La versione del decreto pubblicata sul sito del Cremlino omette semplicemente il paragrafo 7, mentre la versione del decreto pubblicata sul sito per la pubblicazione ufficiale dei regolamenti dice che questo paragrafo è destinato “all’uso ufficiale”. Inoltre, le categorie di coloro che rientrano nella mobilitazione non sono chiaramente definite. A quanto pare, dopotutto, chiunque sarà reclutato nei ranghi della “seconda armata del mondo”

22/9/22 – Putin vuole annettere i territori occupati per accusare le forze armate di “attaccare la Russia” – ISW Gli analisti ritengono che i piani del Cremlino di annettere i territori occupati siano rivolti principalmente a un pubblico interno. Putin probabilmente vuole migliorare le capacità di formazione delle truppe russe invitando i russi a fare volontariato per andare in guerra per “difendere” i territori appena rivendicati. Tuttavia, i ricercatori ritengono che non sarà in grado di salvare le truppe russe dal fallimento, poiché il dittatore del Cremlino non ha né il tempo né le risorse per creare una forza combattente efficace. Gli analisti suggeriscono che probabilmente aspetterà di vedere se i suoi sforzi avranno successo e poi troverà un capro espiatorio incolpandolo per la sconfitta in Ucraina. Il ministro della Difesa Sergei Shoigu e il suo intero dipartimento potrebbero diventare un tale “capro espiatorio”.

21/9/22 – Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto sulla “mobilitazione parziale”, che prenderà il via immediatamente. Questo secondo il video discorso di Putin alla nazione, visto da Ukrinform. Il reclutamento riguarderà solo i cittadini che sono in riserva militare, principalmente quelli che hanno prestato servizio nei ranghi delle forze armate, avendo acquisito determinate specialità di contabilità militare ed esperienza rilevante, ha affermato il presidente russo. (ukrinform)

20/9/22 – La Russia indirra’ i Referendum per l’annessione dei territori occupati dal 23 al 27/9/22. La Turchia non riconoscerà mai i cosiddetti “referenda” Lo ha affermato il presidente Erdogan a margine della sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

20/9/22 – adnkronos – I soldati russi rimasti intrappolati sulla riva destra del fiume Dnipro stanno cercando di negoziare la resa. Lo ha detto oggi Nataliia Humeniuk, portavoce del comando meridionale ucraino, citato da Ukrainska Pravda.

20/9/22 – La Slovenia darà all’Ucraina 28 carri armati M-55 S e riceverà in cambio 40 camion dalla Germania L’accordo corrispondente è stato firmato dal cancelliere tedesco Olaf Scholz e dal primo ministro sloveno Robert Golob, riferisce 24UR. Il carro armato M-55 S è una modifica del carro medio sovietico T-55, prodotto nel 1958-1979.

19/9/22 – il capo dell’amministrazione militare regionale Ucraino Oleksandr Starukh ha dichiarato su Telegram che “Secondo le informazioni preliminari, un razzo ha colpito il centro regionale su Zaporizhzhia. Le informazioni sulle vittime sono in corso di chiarimento”.

18/9/22 – ukrinform – Le truppe ucraine hanno respinto gli attacchi degli invasori russi vicino a otto insediamenti. Le unità missilistiche e di artiglieria hanno colpito più di 20 oggetti nemici. Lo afferma il rapporto dello Stato maggiore delle forze armate ucraine alle 18:00 del 18 settembre, pubblicato su Facebook. Le truppe della Federazione Russa continuano a concentrare i loro sforzi sui tentativi di occupare completamente la regione di Donetsk, organizzare la difesa e mantenere i territori catturati, nonché interrompere le azioni attive delle truppe ucraine in determinate direzioni.

17/9/22 – Mine M-83A da 60 mm di fabbricazione cinese trovate su posizioni russe

17/9/22 – ADNKRONOS – L’elemosiniere del Papa è rimasto coinvolto in una sparatoria mentre portava aiuti nella sua missione in Ucraina. Oggi il cardinale Krajewski era a Zaporizhia e, mentre caricava sul pulmino viveri insieme a due vescovi, uno cattolico e uno protestante, accompagnato da un soldato, è stato raggiunto da colpi di arma da fuoco.

17/9/22 – UNIAN – Le tombe di sei membri della stessa famiglia sono state trovate nella fossa comune vicino a Izyum Stiamo parlando della famiglia Stolpakov: Elena, suo marito Dmitry, le loro figlie – Olesya di 6 anni e Sasha di 8 anni, nonché i nonni – Tatyana e Alexander. La data di morte dei familiari è la stessa per tutti – 9 marzo. Secondo i dati preliminari, quel giorno, il carro armato degli invasori ha sparato da 10 a 15 proiettili nella loro casa in Pervomayskaya Street.

16/9/22 – La Lituania riparerà gli obici danneggiati in Ucraina “Continua il sostegno militare della Lituania all’Ucraina. Gli obici danneggiati dalla battaglia sono diretti in Lituania, dove organizzeremo la loro riparazione”, ha affermato il ministero della Difesa lituano. L’agenzia ha aggiunto che allo stesso tempo i nuovi corazzati da trasporto corazzati lituani M113 sono già in viaggio verso il campo di battaglia in Ucraina.

15/9/22 – UNIAN – Filmati terribili: le tombe delle vittime dell’occupazione razzista alla periferia di Izyum Non ci sono quasi nomi sui piatti da nessuna parte. A quanto pare, qui sono sepolti i corpi di sotto le macerie delle case bombardate, che devono ancora essere identificati.

15/9/22 – UKRINFORM – La Russia non riconosce i passaporti rilasciati nei territori temporaneamente occupati delle regioni di Donetsk e Luhansk e ai loro proprietari non è consentito attraversare il confine con la Federazione Russa. Secondo Ukrinform, la direzione principale dell’intelligence del ministero della Difesa ucraino lo ha affermato in una dichiarazione pubblicata sul suo sito web. Secondo l’intelligence, dopo l’offensiva delle forze di difesa ucraine, i sentimenti dei residenti filo-russi che vivono nei territori temporaneamente occupati delle regioni di Donetsk e Luhansk sono cambiati radicalmente. Sono insoddisfatti della condotta della cosiddetta “operazione speciale” e delle azioni del governo russo. Vi è un’opinione prevalente secondo cui la Russia rinuncia agli interessi delle “repubbliche”. Questi sentimenti si sono rafforzati dopo che è diventato chiaro che i passaporti russi rilasciati in alcune aree delle regioni di Donetsk e Luhansk non hanno valore legale in Russia.

Intanto arriva la notizia che “Gli occupanti hanno ritirato truppe ed equipaggiamenti da molti villaggi e città vicini alla linea di contatto nella regione di Zaporizhzhia”: lo ha dichiarato a Espreso tv il vice del Consiglio regionale, l’ucraino Sergiy Lyshenko. “A Dniprorudny sono rimaste solo le forze della polizia che collabora con i russi.

15/9/22 – ANSA – Il presidente russo Vladimir Putin è arrivato a Samarcanda, in Uzbekistan, per il vertice dei leader dei Paesi dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (Sco), in base a quanto riferito da Interfax. L’attesa è per l’incontro che il capo del Cremlino avrà con il presidente cinese Xi Jinping, arrivato al vertice ieri sera… Parte dei residenti di Kryvyi Rih, la città di origine del presidente Volodymyr Zelensky nell’Ucraina meridionale, è stata evacuata dopo che il fiume Inhulets ha inondato le strade a causa dell’attacco russo alla diga di ieri pomeriggio. Otto missili da crociera sono stati lanciati contro l’impianto.

“La Russia ha commesso un altro atto terroristico. Hanno colpito una struttura idrotecnica molto grande, il tentativo è quello di lavare via una parte della nostra città. Stiamo monitorando la situazione, ma il livello dell’acqua è salito”, ha detto il capo dell’amministrazione militare Oleksandr Vilkul, citato da Ukrinform.

14/9/22 – ukraine now – Oggi, la bandiera dell’Ucraina è stata issata a Izyum liberata. Zelensky era presente Prima, quando guardavamo in alto, cercavamo sempre il cielo azzurro. Oggi, quando guardiamo in alto, cerchiamo solo una cosa: la bandiera dell’Ucraina. Il nostro giallo-blu sta già volando nel Raisin disoccupato. E così sarà in ogni città e villaggio ucraini. Ci muoviamo in una sola direzione: avanti e verso la vittoria.

14/9/22 – unian – L’obiettivo principale dei russi alla ZNPP è violare la sicurezza energetica dell’Ucraina scollegando la stazione dal sistema energetico ucraino Come ha affermato il ministro degli Esteri Dmitry Kuleba durante una sola maratona, il secondo obiettivo dei russi è interrompere l’esportazione di elettricità ucraina, poiché la chiusura della stazione aiuterà a influenzare la fornitura di energia ai paesi europei. Il capo del ministero degli Esteri ha aggiunto che il Cremlino spera di ottenere in questo modo decisioni politiche favorevoli.

13/9/22 – rainews24 – Kadyrov: le forze speciali cecene presidiano la regione di Zaporizhzhia

Le forze speciali cecene del reggimento Akhmat “occupano tutte le postazioni strategiche nella regione di Zaporizhzhia”: lo scrive su Telegram citato dai media russi il leader ceceno Ramzan Kadyrov, che torna a elogiare le abilità di combattimento dei suoi miliziani ricordando la battaglia di Mariupol. Secondo i media russi in questa regione, dove sorge la centrale nucleare più grande d’Europa, è prevista una offensiva su larga scala di Kiev.

13/9/22 – TELEGRAM – Dove sei andato? – Siamo andati di lato sotto Izyum … – Avanzare, ritirarsi? – Nessuna idea – Perché cazzo sono venuto qui? – Perché sto scopando Un’interessante conversazione con un orco mezzo morto che ha avuto la fortuna di essere vivo

Kiev: ‘Una camera delle torture è stata scoperta dalle forze ucraine nella città di Balakliya’. Poi ancora: ‘A Izyum almeno 1.000 morti, 80% di edifici distrutti’.

12/9/22 – Quali insediamenti sono stati rilasciati ieri, da quanto confermato: 📍 Cortile; 📍 Velikiy Burluk; 📍 Kozacha Lopan; 📍Hoptivka; 📍 occidentale; 📍Hnylytsia Primo; 📍 Kindrasivka; 📍Tornio; 📍 Veliki Khutor; 📍 Borschova; 📍luglio; 📍Barbarivka; 📍 Piccoli passaggi; 📍Grandi corridoi; 📍Vilcha; 📍Vovchansk. Altri insediamenti, che non sono nell’elenco, vengono ripuliti.

12/9/22 – TELEGRAM – Una forte esplosione, come riportato dai mass media russi, è stata udita subito in diverse città della regione di Rostov Aspetteremo informazioni interessanti ZSU è vicino

12/9/22 – La bandiera ucraina sventola sul villaggio di Kuzemivka nella regione di Luhansk!

12/9/22 – Momento del lancio da Simeiz (Crimea)

12/9/22 – “Le forze ucraine continuano a liberare dagli invasori russi gli insediamenti nelle regioni di Kharkiv e Donetsk”, prosegue il messaggio sottolineando che “il nemico continua ad attaccare le posizioni ucraine, conducendo ricognizioni aeree e tentando di prendere misure per riguadagnare terreno”.

L’esercito ucraino ha inflitto “perdite significative” alle forze russe, prosegue lo Stato Maggiore: “Secondo le informazioni disponibili, la 810ma Brigata di fanteria navale
(con sede a Sebastopoli, nella Crimea annessa alla Russia) ha perso quasi l’85% dei suoi uomini.

11/9/22 – Attacchi arerei dal mar Nero su tutta l’Ucraina. Il video di un “arrivo”

11/9/22 – “È stata ripristinata la linea elettrica di riserva della centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia (Znpp), che fornisce all’impianto l’elettricità esterna necessaria per il raffreddamento del reattore e altre funzioni di sicurezza”: lo scrive in un tweet l’Agenzia internazionale per l’energia atomica dell’Onu (Aiea). 

11/9/22 – Grazie alla 14a brigata di fucili a motore intitolata al principe Romano il Grande, la bandiera ucraina è tornata a Chkalovskoe, nella regione di Kharkiv, – Zelensky “E così sarà ovunque. Espelleremo gli invasori da ogni città e villaggio ucraino. Grazie a tutti i nostri eroi!” disse il presidente.

Zaporizhzhia – “Oggi, 11 settembre 2022, alle 03:41 (le 2:41 in Italia), l’unità n. 6 della ZNPP (la centrale nucleare, ndr) è stata scollegata dalla rete elettrica – si legge in un comunicato dell’agenzia -. Sono in corso i preparativi per il raffreddamento e il trasferimento allo stato freddo”.

UNIAN – La guerra in Ucraina segna oggi una svolta: “Kupiansk è Ucraina. Gloria alle forze armate”: lo ha scritto sui social la consigliera del presidente del Consiglio regionale di Kharkiv, Nataliya Popova, annunciando la liberazione della città (snodo importante per le forze russe). Intanto le truppe ucraine raggiungono Khotoml, nella regione di Kharkiv. L’evacuazione è iniziata anche a Volchansk.

Il difensore è tornato dalla parte anteriore con un mazzo di fiori per la nonna

10/9/22 UNIAN – Le forze armate ucraine hanno liberato circa 2.500 mq. km. nella regione di Kharkiv, – ISW Gli analisti ritengono che l’esercito ucraino abbia raggiunto la periferia di Kupyansk e stia avanzando su Izyum, dove è probabile che nel prossimo futuro possano interrompere le linee di comunicazione terrestre dei russi. Inoltre, le forze armate dell’Ucraina si sono spostate a nord da Grushevka verso il centro materiale e tecnico della Federazione Russa a Veliky Burluk. In risposta alle efficaci operazioni ucraine, il Cremlino sta riversando risorse nella regione di Kharkiv.

Brutte notizie per i russi, che speravano che il trasferimento dimostrativo di “riserve” da parte di Putin nella direzione di Kharkov avrebbe in qualche modo influenzato il corso dell’offensiva delle Forze armate ucraine. L’intelligence ucraina ha risposto che il video faceva piuttosto parte di una campagna informativa per salvare la “faccia” degli stessi mini omicidi russi.

9/9/22 – L’esercito ucraino probabilmente libererà Kupyansk entro le prossime 72 ore – ISW Gli analisti dell’istituto ritengono che la perdita della città, così come di altre aree delle retrovie nemiche, non consentirà alla Federazione Russa di condurre operazioni offensive e difendersi. Nonostante ciò, tali azioni non interromperanno completamente le linee di comunicazione russe con Izyum. L’Istituto per lo studio della guerra ha aggiunto che la rapida avanzata delle forze armate ucraine e la vicinanza a Kupyansk stanno provocando il panico nelle retrovie del nemico.

8/9/22 – “Abbiamo trovato un punto debole e abbiamo colpito, non erano pronti” Così Alexey Arestovich, consigliere dell’OPU, ha spiegato le ragioni del successo delle Forze armate ucraine nella direzione di Kharkov. Secondo lui, la Russia non sa perdere. “Due o tre di queste sconfitte, e si sgretoleranno. Ne hanno già una”, ha detto Arestovich.

8/9/22 – ADNKRONOS – Energoatom accusa le forze russe che occupano la centrale nucleare di Zaporizhzhia, nel sudest dell’Ucraina, di aver rapito e maltrattato il suo staff. Circa 200 persone sarebbero state prese e l’operatore ucraino non sa dove si trovino alcune di loro, ha detto al gruppo editoriale tedesco Funke il presidente di Energoatom, Petro Kotin, aggiungendo che ci sono stati casi in cui lavoratori sono stati torturati e uccisi.

7/9/22 – Secondo le informazioni preliminari, le forze armate ucraine hanno LIBERATO, ad esempio, Bayrak nell’oblast di Kharkiv

7/9/22– Un ennesimo superaereo Su-25 russo è stato abbattuto dalle forze armate dell’Ucraina nel sud. “Per correggere il fuoco, gli invasori stanno intensificando la ricognizione aerea. Nella regione di Nikolaev, una di queste spie del tipo Orlan-10 è stata abbattuta. Cercando di mantenere le linee occupate, il nemico ha usato ancora una volta la tattica degli attacchi aerei in direzione di Belogorka, Kostromka, Dry Pond, Bezymyanny. Per cosa e generosamente pagato con uno stormtrooper”, si legge nel messaggio.

7/9/22 – La Commissione europea ha proposto due opzioni per limitare i prezzi del gas dalla Russia Lo riporta il Financial Times con riferimento alle fonti.

📌 La prima opzione prevede l’introduzione di un tetto massimo di prezzo per il gas russo, che sarà valido in tutta l’UE, o la creazione di un’unica società che acquisterà gas dalla Federazione Russa;

📌 La seconda opzione prevede la divisione degli Stati membri dell’UE in zone “rosse” e “verdi”, in base a quanto sono minacciati dalle interruzioni delle forniture di gas. Nella “zona rossa” i prezzi possono essere limitati, mentre nella “zona verde” i prezzi rimarranno “abbastanza alti” per facilitare il flusso di gas nella “zona rossa”.

6/9/22 – Un’altra scuola nella regione di Donetsk è stata distrutta dai russi. Questa volta – palestra Kurakhovsky n. 2 Ieri, a tarda notte, i russi hanno lanciato un attacco missilistico alla palestra: hanno distrutto un’ala di un edificio di 4 piani e danneggiato i grattacieli vicini. Fortunatamente non ci sono state vittime. Questa è già la 274a scuola della regione, attaccata dai russi dall’inizio dell’invasione su vasta scala, e la 29a, rasa al suolo

6/9/22 – Zelensky ha accennato al fatto che le forze armate ucraine hanno lanciato una controffensiva in diverse direzioni “Non dirò che questa sia solo una controffensiva nella regione di Kherson… C’è una o più direzioni – al plurale – e dobbiamo andare avanti”, ha detto il presidente, commentando l’operazione nel sud. Allo stesso tempo, Zelensky ha rifiutato di specificare in quali altre direzioni le forze armate ucraine stanno conducendo operazioni di controffensiva. Secondo il presidente, per il momento “non può discutere i dettagli di alcuna azione militare” in modo che “il nemico riceverà da noi diverse sorprese”.

5/9/22- Cremlino minaccia chiusura del gas fino a quando non saranno revocate alla Russia le sanzioni che impediscono la manutenzione dei gasdotti.

5/9/22 – adnkronos – Sta iniziando una “grande tempesta globale” a causa delle azioni dell’Occidente. Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, in un’intervista all’agenzia di stampa Tass. “Per molti versi ci sono ragioni oggettive, ma ci sono anche ragioni soggettive” per questa tempesta globale, ha spiegato Peskov, puntando il dito contro “decisioni e azioni assolutamente illogiche e spesso assurde da parte delle autorità di Stati Uniti, Ue e dei singoli europei Paesi”. In questo contesto, ha aggiunto, la Russia riesce ancora a “mantenere una macrostabilità”.

4/9/22 – Analisti occidentali sconvolti dall’arretratezza tecnologica della Russia Secondo il New York Times, gli analisti sono estremamente sorpresi dal fatto che la Federazione Russa utilizzi tecnologie degli anni ’90 e dei primi anni 2000 per le sue armi di precisione pubblicizzate, il che le rende molto meno accurate. Sottolineano anche che il software open source è negli armamenti russi, il che rende molto più facile copiare le armi nei casi in cui i rottami cadano nelle mani del nemico. Inoltre, numerosi esperti dei paesi occidentali stanno studiando attivamente i modi in cui la Federazione Russa ha aggirato le sanzioni occidentali imposte dopo l’annessione della Crimea, utilizzando frammenti di armi. Come si è scoperto, nell’elettronica degli ultimi missili da crociera ed elicotteri da combattimento russi, hanno scoperto che per la loro produzione vengono utilizzate tecnologie vecchie di molti decenni. Allo stesso tempo, la maggior parte dei chip per computer documentati sono stati prodotti dai paesi occidentali dopo il 2014. Non è chiaro come la Russia abbia ottenuto questi dettagli.

4/9/22Scholz dice che la Germania sopravviverà sicuramente questo inverno Il cancelliere ha aggiunto che “la Russia non è più un nuovo partner energetico” perché sta violando i suoi obblighi contrattuali.

“Il mio momento è arrivato. Finché non mi cacciano fuori” Il sicofante di Putin e capo part-time delle truppe Tik-Tok, Ramzanka Dyrov, dichiara che potrebbe dimettersi.

UNIAN – Il presidente turco Erdogan, durante un colloquio telefonico con Putin, ha offerto una mediazione per risolvere la questione con la centrale nucleare di Zaporozhye “Il leader turco ha notato che il Paese è pronto a contribuire a risolvere la situazione intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhya, proprio come aveva precedentemente compiuto sforzi per raggiungere un accordo sul “grano””, ha affermato in una nota il servizio stampa di Erdogan.

4/9/22 – In Crimea, un grande convoglio di truppe russe è stato portato dalla ferrovia.

4/9/22 – Secondo le informazioni preliminari, le forze armate hanno riconquistato il villaggio di Visokopillya, nella regione di Kherson, dagli occupanti Nella foto: stamattina alzando la bandiera sull’ospedale del villaggio.

3/9/22 – La rete ha mostrato quale abominio viene “versato” nelle orecchie dei nostri bambini nei territori occupati ➖ Con un sorriso sulle labbra, Rashistka dice ai giovani ucraini nei territori occupati che morire, stare seduti negli scantinati sotto le bombe e nascondere i parenti per “preservare la lingua russa” non fa paura.

3/9/22 E’ stata sospesa “per ragioni tecniche” l’erogazione di energia dalla centrale nucleare di Zaporizhzhia verso l’area sotto il controllo di Kiev. Lo rende noto l’operatore ucraino Energodar citato dalla Tass.

UNIAN – Cerimonia di congedo per Gorbaciov che si terrà oggi a Mosca, ma Putin non ci sarà – AFP Secondo la pubblicazione, Putin non verrà a salutare l’ex presidente dell’URSS, ma alla cerimonia parteciperà il primo ministro ungherese Viktor Orban. Ricordiamo che Gorbaciov morì dopo una grave e prolungata malattia all’età di 92 anni.

3/9/22– UKRINFORM – Con un’altra sospensione dei flussi di gas verso l’Europa attraverso il gasdotto Nord Stream con il falso pretesto di problemi tecnici, la russa Gazprom ha confermato ancora una volta la sua inaffidabilità come fornitore di energia. È quanto afferma il portavoce della Commissione europea Eric Mamer, che ha pubblicato un tweet commentando la decisione di Gazprom. “L’annuncio di Gazprom questo pomeriggio che chiuderà nuovamente NorthStream1 con pretesti fallaci è un’altra conferma della sua inaffidabilità come fornitore. È anche una prova del cinismo della Russia, poiché preferisce bruciare gas invece di onorare i contratti”, ha twittato il funzionario.

2/9/2022 – Il Direttore Generale dell’AIEA Rafael Grossi ha pubblicato un video sui risultati della sua visita alla centrale nucleare di Zaporozhye. Ha confermato che non sarebbe rimasto alla stazione, ma due membri della missione avrebbero lavorato presso la centrale. Due ispettori dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), infatti, rimarranno in permanenza alla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, occupata da forze russe. Lo ha detto all’agenzia stampa Ria Novosti il rappresentante russo presso le organizzazioni internazionali a Vienna, Mikhail Ulyanov.

2/9/22 – “Radio.Svoboda” ha pubblicato un video di una colonna di equipaggiamento militare russo nella penisola occupata della Crimea. La colonna è stata vista giovedì 1 settembre sull’autostrada Tavrida. Si è spostata dal ponte di Crimea verso la terraferma dell’Ucraina.

2/9/22 – TELEGRAM – Putin non è fermato dai fallimenti del suo esercito in Ucraina: il presidente russo si prepara a creare nuove forze per un’offensiva in autunno e in inverno. Ma la realtà è che le forze armate russe stanno ancora segnando il passo nel Donbass ed è improbabile che catturino la regione prima del 15 settembre, affermano gli esperti dell’Istituto per lo studio della guerra.

Condividi
CILENTANO.IT
error: cilentano.it