Guerra in Europa – 3/4/22

ADNKRONOS – L’Unione Europea deve valutare il divieto di importare il gas russo dopo la denuncia del massacro a Bucha per mano delle forze di Mosca. Lo ha sottolineato la ministra della Difesa tedesca, Christine Lambrecht, nel corso di un’intervista all’emittente Ard. “Deve esserci una risposta. Tali crimini non devono rimanere senza risposta”, ha affermato.

SOTA – La pietroburghese Anna Panina e’ stata multata di 40mila rubli per aver screditato l’esercito e arrestato per 10 giorni per aver organizzato un evento che violava l’ordine pubblico – “OVD-Info”.

Ukraine news24/7 – Schiacciato dai carri armati russi e sparato alle auto per le strade di Bucha.

kiev independent – Centinaia di civili uccisi sono stati scoperti mentre i russi si ritiravano dalle città vicino a Kiev

RUSSI PORTANO MEZZI DISTRUTTI O DANNEGGIATI IN BIELORUSSIA

TELEGRAM – ANCORA ORRORE A BUCHA

In una delle case gli invasori avevano allestito un quartier generale con due stanze: nella prima c’era una stanza delle torture, nella seconda i civili furono sparati alla nuca mentre erano legati.

Anonimous pubblica nomi e passaporti di tutti i soldati russi che hanno partecipato all’invasione in Ucraina. Secondo il gruppo, per aver eseguito gli ordini di Putin ed aver commesso atrocita’, dovranno essere processati da un tribunale militare. (Contributed by Vovka Tadjik (Ukrainska Pravda))

TELEGRAM – A Irpin, i rashisti russi hanno sparato a donne, ragazze e poi li hanno guidati in carri armati: il sindaco della città Markushin. Questo abisso ha anche un fondo?

Il Presidente del Consiglio dell’Unione europea, Charles Michel, anticipa l’arrivo di altre sanzioni contro la Russia e aiuti per l’Ucraina: “Shockato dalle immagini ossessionanti delle atrocità commesse dall’armata russa nella regione liberata di Kiev”, ha twittato Michel con hashtag #BuchaMassacre. “L’Ue aiuta l’Ucraina e le Ong a raccogliere le prove necessarie per i procedimenti dinanzi alle corti internazionali”.

YOUTUBE – Una colonna di fumo nero si alza in direzione del mare dopo che sono state udite esplosioni nella città portuale di Odessa, in Ucraina, domenica mattina presto.

ANSAMissili russi su Odessa, la città è sotto attacco. Alcune fonti giornalistiche sui social media affermano che a essere colpiti sono dei depositi di carburante situati vicino al porto. Richard Gaisford, inviato della britannica Itv, parla di almeno cinque punti di impatto. Nelle immagini da lui postate si vedono enormi colonne di fumo nero che oscurano tutto il cielo. Non ci sono vittime a Odessa, secondo l’ufficiale del comando operativo “Sud” Vladislav Nazarov, citato da Unian. Il vice del consiglio comunale di Odessa, Petro Obukhov, ha chiesto ai cittadini di restare in casa e non interferire coi soccorsi.

Proprio per alleviare la pressione sull’importante centro costiero – secondo i media britannici – Boris Johnson è pronto ad inviare missili anti-nave per affondare le imbarcazioni da guerra russe che si trovano nel mar Nero.

I media mondiali e le autorità ucraine pubblicano le fotografie delle persone uccise a Bucha vicino a Kiev, che giacciono in una fossa comune. Secondo l’amministrazione comunale, insieme ai soldati, nella fossa comune ci sono civili pacifici, con le mani legate e con colpi di arma da fuoco alla nuca.

TELEGRAM – L’esercito russo si rifiuta massicciamente di entrare in guerra in Ucraina. Secondo lo stato maggiore ucraino, i militari di diversi livelli dell’esercito dei distretti militari occidentali e meridionali della Federazione Russa si rifiutano di partecipare alle ostilità e scrivono in modo massiccio rapporti per il licenziamento.

Dmitry Peskov: La sovranità delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk è stata riconosciuta dalla Russia. Abbiamo riconosciuto la loro indipendenza. La nostra operazione è stata avviata su richiesta di queste due repubbliche: uno degli obiettivi principali consiste nel salvarle e ripristinare la loro statualità entro i confini del 2014, entro i confini sanciti dalla costituzione delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk”

Volodymyr Zelensky e Vladimir Putin “POTREBBERO” incontrarsi in Turchia. E’ quanto ha rivelato il capo della delegazione ucraina ai negoziati, David Arakhamia

Il governo della Lituania, intanto, ha annunciato di aver interrotto le importazioni di gas russo, diventando così il primo paese europeo a farlo. Lo ha affermato il ministro dell’Energia, Dainius Kreivys. Il sistema di trasporto del gas della Lituania opera senza importazioni russe di gas dall’inizio di questo mese “in risposta al ricatto russo in Europa e alla guerra in Ucraina”, ha affermato il ministero dell’Energia in una nota.

UKRINFORM – I russi uccidono diverse donne, cercano di bruciare i loro corpi vicino a Kiev.

I corpi di quattro o cinque donne uccise dai barbari russi sono stati trovati vicino a un’autostrada a 20 km da Kiev. “Civili morti vengono visti vicino a un’autostrada a 20 km da Kiev. Sotto la coperta ci sono 4-5 donne morte nude che i barbari russi hanno cercato di bruciare proprio lì sul ciglio della strada”, ha pubblicato su Twitter il Ministero della Difesa ucraino.

Condividi
il blog del cilento
error: cilentano.it