Guerra in Europa – 26/4/22

Gli artisti si sono sempre prestati all’idea che il loro pensiero libero fosse uguale al librare delle ali di una farfalla o pesanti come il taglio della tela di Luciano Fontana.

Kandinsky ha scritto un libro: Punto, linea, superficie

«È come un pezzo di ghiaccio entro cui brucia una fiamma» scriveva Kandinsky in una lettera del 1925, alludendo alla sua pittura. Ma lo stesso si potrebbe dire del libro che egli avrebbe pubblicato pochi mesi dopo, Punto, linea, superficie, testo capitale e rinnovatore per la teoria dell’arte e non solo per essa. Fra tutti i grandi pittori del ’900 Kandinsky è quello che forse più di ogni altro ha sentito l’esigenza di dare una formulazione teorica ai risultati delle proprie ricerche e di allargarne il significato toccando tutti i piani dell’esistenza. Già nel 1910, quando appena cominciava ad aprirsi la strada alla terra incognita dell’astratto, Kandinsky aveva scritto Über das Geistige in der Kunst, altro testo di grande risonanza, proclama mistico più che saggio di estetica, appello a un rivolgimento radicale della vita oltre che al rinnovamento dell’arte. Punto, linea, superficie si presenta come un’opera più fredda e tecnica, ma in realtà è l’espressione più articolata, matura e sorprendente del pensiero di Kandinsky. Alla base del libro sono i corsi che Kandinsky teneva dal 1922 al Bauhaus. In essi egli mirava soprattutto a individuare la natura e le proprietà degli elementi fondamentali della forma, perciò innanzitutto del punto, della linea e della superficie.”

(ESSENDO ANCHE DISEGNATORE NON HO MAI PENSATO DI SUPERARE IL MAESTRO KANDINSKY NELLE SUE LINEE MA L’HO FATTO. NDR RENATO LEPROUX)

Con estremo radicalismo Kandinsky dichiarava allora di voler fondare una scienza dell’arte: nel corso ulteriore delle ricerche i problemi avrebbero dovuto esser risolti matematicamente, e su questa strada si sarebbe mossa tutta l’arte futura. Per questo suo assunto e per le scoperte che per la prima volta vi sono esposte, Punto, linea, superficie ebbe un’influenza determinante in diversi campi, basti pensare alla grafica. Ma ciò che oggi colpisce nel libro è innanzitutto l’abbozzo di una metafisica della forma, ben più che il progetto di una scienza esatta. Per Kandinsky la forma, in ogni sua specie – naturale e artificiale –, è manifestazione significante di una realtà, è tensione di forze, e solo in rapporto al suo sottofondo invisibile può essere compresa. È chiaro che, con ciò, viene abbandonato irrimediabilmente il recinto dell’estetica: si entra invece in un regno diverso, dove ogni forma diventa un essere vivente – e in questo regno Kandinsky ci introduce come un rabdomante, che rintraccia e traduce continuamente l’uno nell’altro, con la sua inquietante sensibilità eidetica, segni sonori, grafici, cromatici. Così, procedendo all’interno di questo trattato, al tempo stesso di pittura e di geometria «qualitativa», ci accorgiamo di partecipare a una grande avventura fantastica.

E L’HO FATTO (sembrera’ strano o fantastico) ANCHE QUANDO DA DISEGNATORE SONO DIVENTATO PITTORE, IMITANDO WASS

Kandinsky ci insegna ad «ascoltare» la forma, come mai nessuno prima di lui, e il suo insegnamento ci mette in un nuovo rapporto con l’opera d’arte, ci apre una possibilità di esplorazione, che è, come scriveva egli stesso, «la possibilità di entrare nell’opera, diventare attivi in essa e vivere il suo pulsare con tutti i sensi».

QUESTO LO PUO’ FARE UN ARTISTA, UN POETA, UN ANGELO… FORSE DIO. MA NON UN UOMO, UN CRIMINALE, UN CRETINO COME PUTIN. A NESSUN UOMO PUO’ ESSERE DATA LA FACOLTA’ DI ESSERE DIO IN TERRA SENZA ESSERE CROCIFISSO, FORSE PUTIN CREDE DI ESSERE L’UOMO RAGNO.

MA SPIDERMAN COMBATTEVA PER IL BENE… QUESTO ESSERE INFIDO E SCHIFOSO PONE ZETA, LA LETTERA Z COME I NAZISTI PONEVANO LA SVASTICA. SE LA STORIA NON E’ UNA OPINIONE, FARA’ UNA BRUTTA FINE.

Imagine è un brano musicale di John Lennon pubblicato nel 1971. È la canzone più celebre e rappresentativa dell’autore dei testi piu’ significativi dei Beatles. Co-prodotta da Lennon e Yōko Ono insieme al produttore discografico Phil Spector, la canzone venne incisa nello studio casalingo di Lennon a Tittenhurst Park, Ascot, Inghilterra, nel maggio 1971. Un mese dopo la pubblicazione dell’omonimo album in settembre, Imagine venne pubblicata su singolo negli Stati Uniti. Poco tempo prima del suo assassinio, Lennon riconobbe il contributo della Ono quale ispiratrice del concetto dietro a Imagine; ammettendo che all’epoca non si era sentito ancora così maturo da inserire anche il suo nome tra gli autori del brano. Il figlio di John, Julian, tra le star della musica internazionale che si stanno mobilitando nelle ultime ore a favore dell’Ucraina, nonostante la promessa fatta al padre, la leggenda dei Beatles, ha rotto un voto storico fatto in ricordo del padre, che prevedeva di non eseguire mai questo brano in pubblico a meno che non si fosse davanti alla “fine del mondo”. Il suo video e’ molto emozionante e noi non ci siamo accontentati, abbiamo rieditato la versione con immagini contestuali e non troppo lontane dalla ispirazione originale…

Julian Lennon è il figlio di John Lennon e della sua prima moglie Cynthia. Prende il nome dalla sua nonna paterna, Julia Lennon.

Imagine is a piece of music by John Lennon published in 1971. It is the most famous and representative song of the author of the most significant lyrics of the Beatles. Co-produced by Lennon and Yōko Ono with record producer Phil Spector, the song was recorded in Lennon’s home studio in Tittenhurst Park, Ascot, England, in May 1971. A month after the release of the eponymous album in September, Imagine was released. released on single in the United States. Shortly before her assassination, Lennon recognized Ono’s contribution as inspiring the concept behind Imagine; admitting that at the time he had not yet felt so mature as to include his name among the authors of the song. John’s son Julian, one of the international music stars who have been mobilizing in the last hours in favor of Ukraine, despite the promise made to his father, the Beatles legend, broke a historic vow made in memory of his father, who he expected never to perform this piece in public unless it was “the end of the world”. His video is very exciting and we were not satisfied, we re-edited the version with contextual images and not too far from the original inspiration …
Julian Lennon is the son of John Lennon and his first wife Cynthia. It is named after his paternal grandmother, Julia Lennon.

Cilentano.it – Keep calm! leggete un bel libro (improbabile da trovare in Russia, ma non impossibile):

101 storie zen / Lo zen e l’arte della manutenzione della motocicletta

Una Grande Avventura, a cavallo di una motocicletta e della mente; una visione variegata dell’America on the road, dal Minnesota al Pacifico; un lucido, tortuoso viaggio iniziatico. Qual è la differenza fra chi viaggia in motocicletta sapendo come la moto funziona e chi non lo sa? In che misura ci si deve occupare della manutenzione della propria motocicletta? Mentre guarda smaglianti prati blu di fiori di lino, nella mente del narratore si formula una risposta: «Il Buddha, il Divino, dimora nel circuito di un calcolatore o negli ingranaggi del cambio di una moto con lo stesso agio che in cima a una montagna o nei petali di un fiore». Questo pensiero è la minuscola leva che servirà a sollevare altre domande subito incombenti: da che cosa nasce la tecnologia, perché provoca odio, perché è illusorio sfuggirle? Che cos’è la Qualità? Perché non possiamo vivere senza di essa?

ADNKRONOS – Ucraina-Russia, Putin: “Ci aspettiamo una soluzione diplomatica”

fonte: adnkronos italia

ANSA – E’ il giorno dell’incontro tra il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres e il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov a Mosca: “cessate il fuoco il prima possibile”, la richiesta di Guterres.

UKRAINE NEWS 24/7 – L’intelligence ucraina avverte che la Russia sta preparando un attacco missilistico sulla Transnistria non riconosciuta con vittime civili. I residenti della cosiddetta “PMR” hanno iniziato a ricevere messaggi SMS presumibilmente dalle forze armate ucraine con un avvertimento sui bombardamenti. La GUR ha sottolineato che l’Ucraina non ha nulla a che fare con questo tipo di provocazioni.

PUTIN INCONTRA GLI OLIMPIONICI – La sciatrice Veronika Stepanova ha tenuto una lezione di adulazione e ha affermato che la Russia è “sulla strada giusta e vincerà sicuramente” [in Ucraina]. “Ho la stessa età del secolo, sono nato a gennaio 2001. Davanti ai miei occhi, la Russia è tornata ad essere forte, orgogliosa e di successo. Non a tutti nel mondo piace”.

La Cina non è interessata alla terza guerra mondiale e sostiene la soluzione pacifica del conflitto in Ucraina, ha affermato il ministero degli Esteri cinese.

ADNKRONOS – La società energetica ucraina Energoatom ha riferito che i due missili da crociera hanno sorvolato l’impianto nucleare nei pressi di Zaporizhzhia, che dal 4 marzo scorso è sotto controllo russo.

TELEGRAM – I checkpoint hanno iniziato ad apparire nella Transnistria non riconosciuta.

▪️ “Le esplosioni nella Transnistria non riconosciuta sono collegate alle forze combattenti all’interno della regione”, – Il presidente moldavo Maya Sandu.

telegram – Il ministero della Difesa russo minaccia nuovamente di bombardare Kiev. Le truppe sono “pronte 24 ore su 24 a vendicarsi con armi a guida di precisione contro i centri decisionali a Kiev”.

UKRINFORM – L’esercito ucraino libera cinque villaggi vicino a Kherson

Le forze armate ucraine hanno liberato cinque villaggi nella regione di Kherson, costringendo gli invasori russi a ritirarsi nell’insediamento di Chornobaivka. Questo secondo il canale Telegram Operational ZSU, riferisce Ukrinform. “Cinque villaggi nella direzione di Kherson sono stati liberati. Gli occupanti si stanno ritirando ai confini della leggendaria Chornobaivka”, si legge nella nota. Da quando l’invasione su vasta scala dell’Ucraina è iniziata il 24 febbraio, l’esercito ucraino ha liberato più di mille insediamenti dagli invasori russi, ma il numero di città e villaggi occupati è ancora maggiore.

ANSA – Il livello di radioattività della centrale nucleare di Chernobyl è “anormale”. “La situazione era assolutamente anormale e molto, molto pericolosa”, ha aggiunto

Lo sostiene il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea).  L’occupazione russa di Chernobyl è stata “molto, molto pericolosa”, ha aggiunto il capo dell’Aiea, Rafael Grossi, in occasione della visita all’area della centrale nel giorno dell’anniversario della tragedia avvenuta il 26 aprile 1986.

TELEGRAM – Gli invasori russi stiano rimuovendo la bandiera dell’Ucraina dal consiglio comunale di Vasilyevka a Zaporozhye

TELEGRAM UKRAINE NEWS 24/7 – Abbattuto un missile MANPADS “Igla” nella regione di Dnepropetrovsk

TELEGRAM – In tali condizioni, anziani feriti sono costretti a nascondersi dai bombardamenti russi a Mariupol. Il video mostra l’interno dello stabilimento Azovstal che, solo la scorsa notte, è stata sottoposta a 35 (!) attacchi aerei.

TELEGRAM – Yandex (motore di ricerca russo tipo google) si dividerà in due società e si trasferirà a Yerevan o Tel Aviv “Yandex sarà diviso in due metà: lo Yandex russo, che fiorirà in Russia, ma sarà uno Yandex diverso, e lo Yandex internazionale, un marchio diverso, un nome diverso, costruito da persone di Yandex”, cita il pubblicazione dell’interlocutore nella gestione aziendale. Ufficialmente, la società ha smentito questa notizia.

Telegram – Mariupol. La situazione umanitaria resta difficile. Nonostante il “corridoio” aperto e molta propaganda sulla disponibilità di cibo e acqua, il cibo è catastroficamente carente. Inoltre, gli occupanti sono passati alla vergognosa pratica di fornire cibo agli uomini solo se coinvolti nel lavoro. Pertanto, gli uomini sono costretti a scavare nelle macerie ed alla sistemazione delle fosse comuni per non morire di fame. L’assistenza medica non è disponibile. Gli occupanti hanno annunciato l’apertura del primo “ospedale” nei locali del centro odontoiatrico “Apollonia” in Rive Gauche. Ciò che probabilmente dice di più sulla vera formazione degli occupanti, sulla loro cura per i civili e sullo stato reale degli altri ospedali della città.

Mariupol. “Corridoio verde” per Azovstal, che si è rivelata un’altra trappola:

i razzisti non solo non hanno fermato i bombardamenti dell’impianto, ma sono ricorsi ai bombardamenti lungo il corridoio condizionale “verso l’uscita”.

▪️Attualmente sono in corso “ricerche e perquisizioni” nel quartiere Primorsky della città, vicino all’uscita del paese. Melechina. gli occupanti irrompono in tutte le abitazioni superstiti: coloro che decidono di utilizzare per il proprio reinsediamento sono contrassegnati con la lettera z sul cancello, e tutti gli altri vengono saccheggiati, lasciati aperti e si prevede di essere reinsediati in “sicurezza condizionale” zona di Mariupol.

▪️Il fumo nero sopra lo stabilimento Azovstal è una conseguenza incondizionata del bombardamento. Dato che l’impianto è stato preservato secondo gli standard tecnologici, ciò potrebbe essere dovuto all’uso di bombe anti-bunker ad alta potenza.

UKRAINE NOW – TELEGRAM

Quando il nemico ha invaso la nostra terra, le guardie di frontiera sono state le prime a incontrare il nemico in battaglia. Oggi, proprio come due mesi fa, stanno difendendo i confini della nostra libertà e libertà. Ricordando chi sono, chi li sta aspettando e cosa stanno difendendo! I dipendenti del Servizio statale della guardia di frontiera dell’Ucraina sono eroi! Siamo orgogliosi del loro coraggio e del loro coraggio! L’Ucraina è il nostro popolo

A Mariupol e in altre aree della regione di Donetsk sono disconnessi dall’elettricità, è impossibile ripristinare la loro fornitura. Lo ha affermato il CEO di DTEK Maxim Timchenko in un’intervista con Dmitry Ryasny. “Abbiamo cercato più volte di ripristinare le linee, le sottostazioni di Mariupol, per portare aiuti umanitari, ma tutto questo inutilmente”, ha detto Timchenko. Secondo lui, il prossimo in termini di livello di problemi dopo la regione di Donetsk è il nord della regione di Kiev. Il direttore generale del DTEK ha aggiunto che non c’è produzione nella miniera di Belozerska nella regione di Donetsk a causa della mancanza di personale e del pericolo di portare lì persone. La generazione verde non è stata distrutta, ma le centrali si trovano nel territorio temporaneamente occupato. “Non c’è modo di ripristinare le linee spezzate di Ukrenergo e, per questo motivo, alcune delle turbine eoliche semplicemente non sono in grado di produrre energia”, ha affermato Timchenko. Leggi di più nell’intervista: Il capo del business energetico Akhmetova: la fornitura di petrolio russo all’Europa potrebbe essere interrotta prima della fine dell’anno

La vecchia Mariupol… prima dei Russi

Il Cremlino “segue da vicino” la situazione nella Transnistria, i cui ultimi sviluppi destano “preoccupazione”. Lo fa sapere il portavoce del Cremlino, secondo quanto riporta la Tass.

SI APRE UN NUOVO FRONTE DI GUERRA IN MOLDAVIA? I RAPPORTI DEL PICCOLO E PIU’ POVERO STATO CON L’UE.

“Il governo moldovo ha mostrato il proprio impegno a perseguire una stretta cooperazione con l’UE e ad attuare gli accordi esistenti. Il 1º luglio 2016 è entrato pienamente in vigore l’accordo di associazione UE-Moldova, comprendente una zona di libero scambio globale e approfondita. L’accordo era stato applicato a titolo provvisorio dal 1º settembre 2014. DOCUMENTO 1) scheda informativa relazioni UE – MOLDOVA; DOCUMENTO 2) Accordo di Associazione dell’UE con la Repubblica di Moldova ” (fonte: https://www.consilium.europa.eu)

l’Ucraina continua a sbarazzarsi dei simboli sovietici. Un monumento sotto l’arco dell'”Amicizia dei popoli” è già in fase di smantellamento a Kiev. L’arco stesso verrà rinominato ed evidenziato in blu e giallo.

La Polonia sanziona Gazprom, gli oligarchi russi e bielorussi. Le sanzioni includono il congelamento della proprietà, l’esclusione dalla partecipazione a gare d’appalto e il divieto agli oligarchi di entrare in Polonia. Secondo il ministro dell’Interno polacco Mariusz Kaminski il 26 aprile, l’elenco è destinato ad ampliarsi.

TELEGRAM – Ieri sera in Transnistria, nel villaggio di Mayak, sono state fatte saltare in aria due torri di comunicazione, riferisce il locale ministero dell’Interno. Entrambe le strutture hanno trasmesso la radio russa alla repubblica.

SOTA – Il Consiglio dei deputati di Mosca del distretto di Krasnoselsky è stato perquisito, ha detto il suo membro Ilya Yashin.

SOTA – A Nizhny Novgorod, l’attivista Grigory Tifanyuk ha iniziato a raccogliere garanzie per l’imputato nel “caso sanitario”, la giornalista Natalya Rezontova. Il 24 marzo, il tribunale ha modificato la misura preventiva Rezontova dal limitare alcune azioni agli arresti domiciliari per aver camminato con una borsa gialla e blu con la scritta “no war”. Con l’aiuto delle garanzie personali, Grigory intende ammorbidire la misura di moderazione per Natalia.

L’esercito ucraino ha distrutto un deposito di munizioni e ucciso 70 soldati russi nella zona di Velyka Aleksandrovka, nella regione di Kherson (sud): lo ha reso noto lo stato maggiore delle forze armate di Kiev, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa Unian.

A Kotlas (regione di Arkhangelsk, in Russia) i residenti della città “riposano” sullo sfondo di una casa colonica in fiamme.

TELEGRAM – Le vedove degli “eroi di Novorossiya” morti sullo sfondo di Zvastika posano con 10.000 rubli di “assistenza materiale” per la morte di suo marito Evgeny Skrypnik, un socio di Igor Girkin, raccoglie denaro per loro e, a quanto pare, fotografie per il rapporto. A proposito, 10 mila rubli sono solo 134 dollari.

TELEGRAM – Le esplosioni si sentono di nuovo in Transnistria. Secondo i dati preliminari, le torri di comunicazione nel villaggio di Mayak sono state fatte saltare in aria. I servizi speciali ucraini hanno affermato il giorno prima che le esplosioni erano una provocazione della Russia per coinvolgere le PMR nella guerra. UPD. Il ministero dell’Interno locale riferisce che un centro radiofonico regionale che trasmetteva la radio russa è stato fatto saltare in aria.

Il portavoce della Duma di Stato Vyacheslav Volodin ha definito l’Ucraina uno stato terrorista Nel suo canale Telegram, Volodin ha pubblicato un post in cui ha definito l’attentato ai propagandisti russi il risultato del sostegno di Kiev all’ideologia nazista e ha anche affermato che “ciò che è successo dimostra la correttezza e la tempestività dell’inizio di un’operazione militare speciale del Federazione Russa in Ucraina”.

Le truppe russe hanno bombardato Zaporozhye (in video),

si segnalano diverse esplosioni, il numero delle vittime è sconosciuto.

Continuano i bombardamenti sul territorio russo.

Secondo il governatore della regione di Belgorod, “dalla parte dell’Ucraina” sono stati bombardati tre villaggi.

Due persone sono rimaste ferite, case e auto sono state danneggiate.

Lavrov: “Non ci possono essere vincitori in una guerra nucleare e non deve mai accadere”

UKRAINE NEWS 24/7 (TELEGRAM) – L’APU ha abbattuto il “migliore” aereo della Federazione Russa vicino a Balakleya. Il costo della versione export raggiunge gli 80 milioni di dollari, mentre un’ora di funzionamento costa 55.000 dollari.

SOTA– A Mosca è in corso una perquisizione nelle case di due leader del sindacato Kurier: Kirill Ukraintsev e Said Shamkhalov – OVD-Info. Nei giorni scorsi, con la partecipazione del sindacato, è stato organizzato uno sciopero dei corrieri del Delivery club: si chiedeva la restituzione delle tariffe di consegna precedenti (120-150 anziché 90 rubli), la riduzione delle distanze per i corrieri, ecc.

2 esplosioni segnalate a Parkany in Transnistria

L’esercito russo ha bombardato Novolativka con MLRS Smerch, ha anche bombardato la comunità di Zelenodolsk, i villaggi Novopavlivka, Novovorntsovka, Trudolyubivka, Knyazevka e altri. nessuna vittima

UKRINFORM Bucha: Siamo quelli che sono sopravvissuti e continueranno a vivere qui.

Tutti, con cui abbiamo parlato e chiesto cosa succederà, non hanno intenzione di andare da nessuna parte Bucha. Via Vokzalna. Fu qui il 27 febbraio che le truppe ucraine hanno bombardato una colonna di equipaggiamento russo. Le foto già note al mondo intero sono state scattate come all’inferno. Ma si scopre che le persone hanno vissuto qui tutto quel tempo ed è scioccante.

SOTA – Il canale “Possiamo spiegare” ha compilato una mappa con i recenti casi registrati di incidenti al confine nelle regioni confinanti con l’Ucraina: solo quindici incidenti di questo tipo sono già stati ufficialmente riconosciuti, compresi due incendi di cisterne. Si noti che oggi il governatore della regione di Belgorod Vyacheslav Gladkov ha riferito del bombardamento di due villaggi: Zhuravlevka e Nekhoteevka.

TELEGRAM – Putin ha chiamato l’università di San Pietroburgo in onore della sua ex guardia del corpo. Ora l’Università dei vigili del fuoco statali di San Pietroburgo porterà il nome di Evgeny Zinichev (nella foto – al centro). In precedenza, era la guardia del corpo di Putin e nel 2018 è diventato capo del Ministero delle situazioni di emergenza. L’anno scorso, Zinichev è morto dopo essere caduto da un dirupo.

Rosneft ha messo in vendita un enorme lotto di petrolio, ma non ha trovato un solo acquirente La società non è stata in grado di vendere 37 milioni di barili di petrolio degli Urali con consegna a maggio e giugno, scrive Bloomberg. I commercianti di petrolio europei non hanno fatto una sola offerta e quelli asiatici hanno offerto così poco che la stessa Rosneft li ha rifiutati. L’assenza di acquirenti è dovuta anche al fatto che Rosneft ha richiesto un pagamento anticipato in rubli.

Condividi
il blog del cilento
error: cilentano.it