Guerra in Europa -24/5/22 (cosa succede in Russia)

OGGI VEDREMO COSA STA SUCCEDENDO IN RUSSIA… (TRADUCIAMO CON GOOGLE)

Sberbank, senza spiegazioni, ha bloccato l’account del caporedattore di Skat Lev Gyammer, che ha utilizzato per raccogliere donazioni alla pubblicazione. Il blocco è avvenuto il 17 maggio, la pubblicazione suggerisce che potrebbe essere causato dalle norme della legge sul “contro la legalizzazione (riciclaggio) dei proventi di reato e il finanziamento del terrorismo”. Gyammer è ora in esilio come ex dipendente del quartier generale di Navalny. Ricordiamo che in precedenza è stato aperto un procedimento penale contro Angelina Roshchupko, una dipendente di Skat in Russia, in quanto presumibilmente coinvolta in Vesna. Abbiamo fatto un’intervista dettagliata con Angelina. Lev Gammer. Foto: Mikhail Chimarov / Skat media

L’ “Organizzazione di combattimento degli anarco-comunisti” ha annunciato il sabotaggio sui binari ferroviari utilizzati dal Ministero della Difesa russo Gli anarchici hanno affermato di aver smontato il giunto della rotaia e di aver separato le rotaie stesse come “sabotaggio di prova”, durante il quale hanno verificato la fattibilità delle proprie idee. Hanno sottolineato di aver deliberatamente scelto il percorso che i treni civili non effettuano per evitare vittime civili.

MOSCA, 24 maggio. /TASS/. La camera bassa del parlamento della Duma di Stato ha approvato martedì un disegno di legge in prima lettura su una risposta tit-for-tat ai paesi, discriminando o vietando i media russi. Il disegno di legge delegherebbe l’autorità al procuratore generale e ai suoi sostituti di vietare i media di un paese che aveva imposto restrizioni o proibito i media russi sul suo territorio. Riceverebbero anche il diritto di ritirare la registrazione e le licenze dai media stranieri per aver diffuso informazioni illegali, come rapporti, “mostrando mancanza di rispetto nei confronti del pubblico, del governo e della Costituzione della Russia” e per aver screditato le sue forze armate. I legislatori stanno anche discutendo di aggiungere una disposizione alla legge sull’informazione per consentire alle autorità di limitare l’accesso alle risorse informative che diffondono ripetutamente “informazioni vietate o illegali”. Il disegno di legge propone anche emendamenti alla legge sui mass media, limitando i requisiti per le risorse giornalistiche e ampliando la relativa autorità del procuratore generale.

TASS – MOSCA, 24 maggio. /TASS/. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNHRC) si è screditato molto prima che iniziasse l’attuale situazione intorno all’Ucraina, ha affermato lunedì il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov. “Ci siamo ritirati dal Consiglio per i diritti umani da soli. Volevano espellerci da esso, sospendere la nostra adesione. Abbiamo deciso di farlo da soli. Il Consiglio si è screditato molto prima che iniziasse l’attuale situazione intorno all’Ucraina”, ha detto. Il 7 aprile, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite si è riunita per una sessione speciale sull’Ucraina e ha approvato una risoluzione sulla sospensione dell’adesione della Russia al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite. Lo stesso giorno, il vice rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite, Gennady Kuzmin, ha affermato che la Russia aveva deciso di porre fine alla sua adesione all’UNCHR, affermando che il Consiglio “è stato effettivamente monopolizzato da un gruppo di paesi, che lo stanno usando nel loro egoismo interessi.” I membri del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite (47 paesi) sono eletti dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per un mandato di tre anni. La Russia è stata membro dell’UNHRC nel 2006-2012 e nel 2014-2016 ed è stata eletta per il suo terzo mandato, iniziato il 1 gennaio 2021.

MOSCOW, RUSSIA – MAY 20, 2022: Russia’s Foreign Minister Sergei Lavrov

“Putin sarà mandato in un sanatorio dal quale non lascerà mai”, – l’ex capo del servizio di intelligence britannico Mi-6, Richard Dearlove.

▪️Richard Dirlav in un’intervista alla Frankfurter Rundschau ha espresso l’opinione che Putin potrebbe presto lasciare il suo incarico, e Nikolai Patrushev, Segretario del Consiglio di Sicurezza, lo sostituirà.

▪️Secondo l’esperto, l’ambiente eliminerà Putin e “probabilmente lo manderà in un sanatorio, dal quale non emergerà più come il leader della Russia”.

Un caso amministrativo “sui falsi” è stato aperto contro Alexander Shestun per le parole sulla guerra durante il prossimo processo, ha detto a Sota la moglie del politico incarcerato. Alla prima udienza di merito nel caso di oltraggio alla corte presso il tribunale cittadino di Domodedovo, Shestun è apparso con una maglietta gialla e blu e ha gridato slogan a sostegno dell’Ucraina. Video: SOTA

Il tribunale di Navalny è in attesa di una decisione su un appello da 8 anni in una colonia per un politico. Lo stesso Navalny ha ammonito la corte con le parole che “nessuno in Russia rispetta la corte, è temuta e disprezzata. E sarebbe più corretto accusarmi non di oltraggio alla corte, ma di disprezzo per essa. Come sarebbe bello vivere in Russia senza tutti voi! Giudice: Parla al punto. Navalny: Logicamente, persone libere, giudici e avvocati possono parlare nel merito del caso. E cosa prendere da me, sono un semplice detenuto. Come si suol dire, non sparate al pianista, ha suonato meglio che potevo.

SOTA – A San Pietroburgo, presso l’obelisco della città eroica di Leningrado, si è svolta una manifestazione del NOD. Epurazioni della quinta colonna don. Tutto per il don davanti.

Il ministero degli Esteri russo ha pubblicato un elenco di cittadini statunitensi a cui è vietato l’ingresso in Russia. Tra questi ci sono Joe Biden, Kamala Harris, Mark Zuckerberg e l’attore Morgan Freeman. Quest’ultimo è stato sanzionato per il fatto che nel settembre 2017 ha registrato un videomessaggio “accusando la Russia di una cospirazione contro gli Stati Uniti e chiedendo una lotta contro il nostro Paese”. L’appello era rivolto all’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

La Corte Suprema della Repubblica Cecena è stata riconosciuta come estremista LLC “Movimento popolare 1Adat”. Secondo gli autori del canale telegramma 1ADAT, una LLC è riconosciuta come estremista, il cui capo è il figlio di Zarema Musaeva e dell’ex giudice federale Saida Yangulbaev, Ibragim Yangulbaev. “A proposito, Ibragim Yangulbaev non è il nostro leader, è solo una parte della leadership, ma non il capo del movimento, quindi avrebbero potuto chiedercelo prima di scrivere queste sciocchezze”, supponendo che 1ADAT non avesse una LLC con Yangulbaev alla testa.

Il 7 e l’8 maggio sono state effettuate ricerche in diverse città russe in relazione al caso Vesna. Tutti gli imputati sono accusati ex art. 239 cp – “Istituzione di ente senza fini di lucro che lede la personalità ei diritti dei cittadini”. Sono proibiti da determinate attività. Sota ha parlato con uno degli imputati, la giornalista di Skat.media Angelina Roshchupko, che l’indagine considera la coordinatrice della filiale moscovita di Vesna.

Il canale telegrafico “Dagestanskie Izvestia” ha pubblicato un video in cui un diplomato dell’Istituto statale per l’istruzione della scuola secondaria n. 11 di Mosca Izberbasha si è scusato per il suo discorso all’ultima telefonata. Stamattina è diventato virale su Internet un video della festa della scuola: all’ultima telefonata, una ragazza si è espressa contro la guerra con l’Ucraina e ha definito “dannatamente” il presidente Vladimir Putin. Il canale ha anche pubblicato delle scuse alla madre della studentessa.

Pubblicati i nomi di 166 comandanti dell’esercito russo che hanno partecipato alla guerra con l’Ucraina. La base comprendeva comandanti di brigate, reggimenti, divisioni, eserciti, nonché alti funzionari del Ministero della Difesa e dello Stato Maggiore Generale. Ogni ottava persona della lista è in qualche modo collegata all’Ucraina: alcuni dei comandanti sono nati lì, altri hanno studiato lì. Ogni quinto del campione di giornalisti riceve multe dalla polizia stradale. Cinque sono stati portati alla responsabilità amministrativa (anche per la loro riluttanza a combattere la corruzione tra i subordinati). Inoltre, i giornalisti del “Progetto” hanno identificato più di 150 unità dell’esercito russo che stanno partecipando alla guerra.

Un prete ubriaco investe una ragazza

Il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha riconosciuto che gli ufficiali in servizio operativo delle forze di deterrenza nucleare (responsabili dell’ultima fase del lancio di armi nucleari) hanno iniziato a subire un forte stress e hanno quindi bisogno di ulteriore supporto. Il testo del documento modificato stesso (Decreto Governativo 22 settembre 1993 n. 941) non è stato presentato, tuttavia, nella sezione “Informazioni sul palcoscenico”, si indica che il personale militare del Centro Nazionale di Controllo della Difesa sul combattimento dovere dovrebbe ricevere alcune nuove garanzie e compensi: “Le attività professionali dei turni di servizio operativo sono caratterizzate da elevata intensità e dinamismo nello svolgimento delle mansioni funzionali, esposizione prolungata alle radiazioni elettromagnetiche e al rumore tecnico. Inoltre, il servizio di combattimento in speciali fortificazioni viene svolto a pressione atmosferica elevata, in assenza di luce diurna, in un ambiente creato da un sistema di filtri e condizionatori d’aria. Il dovere di combattimento in queste condizioni provoca un’elevata frequenza di condizioni indotte dallo stress, contribuisce all’accumulo di affaticamento cronico e alla diminuzione delle prestazioni, all’affaticamento visivo e allo sviluppo di malattie croniche. Il progetto di atto giuridico, infatti, è volto a prevenire il deflusso di personale sullo sfondo della minaccia di una guerra nucleare.

Il 2 giugno, Tbilisi ospiterà un concerto di beneficenza Voices of peace Noize MC e Monetochka. Tutti i fondi dei concerti vanno al fondo di beneficenza polacco per i rifugiati dall’Ucraina: per aiuti medici, alimentari e altri aiuti umanitari. Ivan Alekseev (Noize MC) e Liza Monetochka hanno condannato la guerra in Ucraina e hanno già eseguito concerti di beneficenza in diversi altri paesi. L’esibizione degli artisti a Tbilisi si svolgerà presso il club Elektrowerk, dove il 17 e 18 maggio si sono svolti i concerti di beneficenza del rapper Face riconosciuto come agente straniero e dei gruppi Nerves e Porn Films. I biglietti per il concerto di Tbilisi sono andati esauriti in un paio d’ore. Puoi fare una donazione volontaria sul sito web del progetto.

Giornalista Sota

Il Security Center (cioè il Primo Dipartimento) della Gubkin Russian State University of Oil and Gas chiede l’espulsione di Vasily Vorona, un fotografo di Sota. Il personale universitario afferma apertamente che stiamo parlando di pressioni da parte dell’FSB. Citano due ragioni: la detenzione durante la copertura di una manifestazione contro la guerra e le fotografie “errate” del reggimento immortale non su Tverskaya (in particolare, manifesti con errori di ortografia): “… gli avvocati hanno già studiato tutto, e io sto aspettando l’espulsione”, riporta Vasily in una conversazione con il vicedirettore del dipartimento. – Ciò è ostacolato dall’assenza di una decisione del tribunale su un reato amministrativo nell’università. Non appena appare, ci sono presumibilmente ragioni per espellermi “secondo la legge”. Ho chiesto i motivi. La risposta è stata: “la tua quinta parte con un giornale indipendente e fotografie, che non sono necessarie, sai cosa”. Senza attendere la decisione illegittima dell’amministrazione universitaria, pubblichiamo informazioni sulle minacce ricevute dal nostro collega (SOTA).

I residenti del villaggio bombardato di Tetkino nella regione di Kursk hanno organizzato una raccolta di firme sotto un appello a Vladimir Putin con la richiesta di “rafforzare i confini” in modo che “mine e proiettili non li raggiungano”, e loro stessi “potrebbero vivere, lavorare e dormire sonni tranquilli la notte”. I residenti locali “non capiscono perché Tetkino è stato bombardato il 19 maggio per 45 minuti senza risposta”. Si sono offerti di firmare i documenti nei negozi Pyaterochka e Magnit, ma nei commenti sotto il post, i residenti scrivono che a causa della raccolta di firme, le guardie di frontiera sono andate da loro e un certo numero di altri collezionisti e hanno iniziato a controllare i loro passaporti.

Attivisti contro la guerra hanno pubblicato i loro volantini su un poster vicino all’ambasciata danese a Mosca accusando importanti scandinavi – Astrid Lindgren, Ingmar Bergman e Ingvar Kamprad (il fondatore di Ikea) – di sostenere il nazismo. I volantini contengono citazioni complete delle loro dichiarazioni, mentre il poster di propaganda contiene frasi grossolanamente fuori contesto.

I residenti locali che lottano contro il miglioramento della foresta di Bitsevsky si sono offerti di trasferire i soldi stanziati per questo dal municipio di Mosca per il restauro di Dombass. Secondo fonti della RBC, Mosca assumerà il patrocinio del ripristino della regione ucraina. Allo stesso tempo, secondo le fonti di “Sota”, il Donbass è già ora quasi a rotazione.

Condividi
il vlog del cilento
error: cilentano.it