Guerra in Europa – 19/5/22

TELEGRAM – Gli orchi non smettono di attaccare le infrastrutture di Azovstal, secondo l’American Institute for the Study of War (ISW). L’esercito russo “continua a infliggere attacchi aerei e di artiglieria” all’acciaieria, affermano gli esperti. “Questo indica che i resti della difesa ucraina sono ancora nello stabilimento, nonostante l’evacuazione degli ultimi giorni”, scrive ISW.

Google ha rimosso la maggior parte dei suoi dipendenti dalla Russia Il Wall Street Journal, citando fonti, riporta che molti dei dipendenti di Google si sono trasferiti a Dubai. Quei dipendenti che hanno scelto di rimanere in Russia lasceranno la società. Pertanto, scrive il quotidiano, Google non avrà presto dipendenti nella Federazione Russa e l’azienda cesserà le attività commerciali nel Paese.

TELEGRAMNato in abiti ricamati

I neonati ucraini si sono uniti al flash mob in occasione della Giornata del ricamo nella regione di Ternopil.

Gli occupanti che hanno bombardato Kharkiv con “Hail” sono sotto processo nella regione di Poltava. I russi Alexander Bobikin e Alexander Ivanov hanno già ammesso la loro colpa per aver violato le regole di guerra.

ORE 20.23 / Il vice comandante dell’Azov, Svyatoslav Palamar, ha affermato di non aver lasciato il territorio di Azovstal a Mariupol. «È in corso una certa operazione, di cui non annuncerò i dettagli. Grazie a tutto il mondo, grazie all’Ucraina. Ci vediamo”, dice nel video. In precedenza, i media russi avevano scritto che Palamar si sarebbe arreso insieme ad altri combattenti.

I corpi dei morti dalle macerie del Mariupol Drama Theatre vengono trasportati su camion verso Stary Krym, consigliere del sindaco di Mariupol Andryushchenko

Il traffico locale viene registrato per due giorni consecutivi. L’area di sgombero è custodita e non ha accesso alla gente del posto, continuando così l’operazione di copertura delle conseguenze dei crimini di guerra.

La Russia continua a bombardare il Donbass ucraino. A seguito del bombardamento odierno di Severodonetsk, almeno 12 persone sono state uccise, altre 40 sono rimaste ferite, ha affermato il capo dell’amministrazione statale regionale di Lugansk Serhiy Gaidai.

CRIMINALE DI GUERRA IN UCRAINA – “Capisco che non puoi perdonarmi.” Il sergente russo, accusato di aver ucciso un civile in Ucraina, ha chiesto perdono in tribunale alla vedova del defunto Vadim Shishimarin sta testimoniando oggi, il giorno prima di dichiararsi colpevole. Dichiarò che il guardiamarina gli aveva ordinato di sparare all’ucraino Alexander Shelipov, che era proprio di passaggio. “Ho rifiutato. Poi un altro soldato in tono minaccioso mi ha ordinato di sparare, sostenendo che ci avrebbe tradito. <…> Non volevo uccidere. Ho sparato per allontanarmi da me”.

UKRINFORM – La Croce Rossa registra i membri del servizio ucraino evacuati da Azovstal

Il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) ha iniziato a registrare i membri del servizio ucraino, compresi i feriti, che vengono evacuati dalle acciaierie Azovstal a Mariupol. “Martedì 17 maggio, il CICR ha iniziato a registrare i difensori ucraini, compresi i feriti, evacuati dalle acciaierie Azovstal, su richiesta delle parti. I lavori sono proseguiti mercoledì e poi giovedì. Si noti che “il CICR non trasporta prigionieri di guerra nei luoghi della loro ulteriore detenzione”, informa il canale Telegram “Forze armate operative dell’Ucraina”.

37 persone sono state evacuate da Sievierodonetsk in mezzo a pesanti bombardamenti. Cinque di quelli evacuati erano bambini, ha riferito il 19 maggio il governatore dell’Oblast di Luhansk Serhiy Haidai. Secondo lui, l’evacuazione è stata “oltre difficile” a causa dei pesanti bombardamenti senza sosta della Russia di Sievierdonetsk.

Il vice comandante e portavoce del Reggimento Azov, Svjatoslav Palamar (Kalina), avrebbe lasciato l’Azovstal ieri sera.

Le forze di Mosca hanno continuato a bombardare ieri sera la regione ucraina di Sumy (est) lungo il suo intero confine con la Russia: lo ha reso noto su Telegram il capo dell’amministrazione militare regionale, Dmytro Zhyvytskyi, secondo quanto riporta la Ukrainska Pravda. “I nemici russi sembrano impazziti. I bombardamenti sono continuati lungo l’intero confine della regione di Sumy”, ha scritto Zhyvytskyi, spiegando che gli attacchi con pezzi di artiglieria pesante provenivano dal territorio russo. Per il momento non si segnalano vittime.

Breve analisi animata della situazione sul fronte dall’inizio dell’invasione su vasta scala della Russia. Stiamo parlando del periodo dal 25 febbraio al 15 maggio. Mappa dell’Istituto americano per lo studio della guerra

La Banca Mondiale stanzierà oltre 30 miliardi di dollari per la sicurezza alimentare $ 12 miliardi andranno a nuovi progetti, altri $ 18 miliardi a progetti esistenti. Tra le aree per le quali verranno stanziati fondi: agricoltura, alimentazione, protezione sociale, approvvigionamento idrico e irrigazione. La maggior parte dei fondi andrà all’Africa e al Medio Oriente, all’Europa orientale e all’Asia centrale, nonché all’Asia meridionale. Queste regioni sono maggiormente a rischio di una crisi alimentare poiché la Russia ha bloccato l’esportazione di prodotti agricoli ucraini dai porti del Mar Nero e ha imposto restrizioni interne all’esportazione

Kuleba descrive quella che l’Ucraina considererà una vittoria sulla Russia.

Il ministro degli Esteri Kuleba, in un’intervista all’edizione olandese di NRC, ha sottolineato ancora una volta che l’Ucraina considererà la vittoria solo quando restituiremo tutti i territori occupati, compresa la Crimea, e riceveremo riparazioni anche dalla Russia: “Dobbiamo vincere a tutti i costi, perché se perdiamo l’Ucraina scomparirà e ci sarà un’Europa completamente diversa. “Vittoria” in questa guerra può significare diverse cose. Liberazione dei territori occupati, compresi Crimea e Donbass. Risarcimenti dalla Russia. Processo per crimini di guerra e crimini contro l’umanità russi. Consolidamento del percorso dell’Ucraina verso l’integrazione europea. Questi sono i quattro elementi che considero una vittoria”

Per tutta la sera gli occupanti hanno sparato al confine della regione di Sumy – il capo dell’OVA Dmitry Zhyvytsky: Alle 20 nella comunità di Velykopysariv 6 colpi di mortaio dai russi

▪️Intorno alle sei e mezza di sera ci sono state 10 esplosioni nella regione di Hlukhiv.

▪ Circa 22 dal territorio della Russia operavano ACS nella regione di Bilopil.

▪️Nel territorio della regione di Putivl dal territorio della Russia il nemico ha aperto code automatiche. ▪️Intorno alle 22 c’è stato il bombardamento di artiglieria del territorio della comunità di Bilopillya

▪ Alle 22:30 un nemico del territorio della Russia ha aperto il fuoco con un ACS sul territorio della comunità Putivl.

Due famiglie con bambini sono state uccise oggi nel Donbas a seguito dei bombardamenti degli occupanti. Lo afferma il messaggio della sede del JFO. “Gli invasori hanno bombardato 46 insediamenti nelle regioni di Donetsk e Lugansk, distrutto e danneggiato 68 strutture civili, tra cui: 43 edifici residenziali, 2 scuole, un liceo edile, un asilo nido, una fabbrica di abbigliamento, una stazione ferroviaria, un centro culturale, una caldaia stanza, una sottostazione elettrica.In A seguito di questi bombardamenti, almeno 15 civili sono stati uccisi (tra i quali due famiglie con figli minorenni), 7 sono rimasti feriti.

Tetti abbattuti e appartamenti rasi al suolo – Il sindaco di Mykolaiv Oleksandr Senkevych ha mostrato le conseguenze dei bombardamenti mattutini della città.

Condividi
il vlog del cilento
error: cilentano.it