Guerra in Europa – 18/3/22

BBC: La Russia lancia 1.080 missili contro l’Ucraina dall’inizio dell’invasione. Secondo un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti, le truppe russe non hanno fatto “progressi significativi”, con la maggior parte delle forze in stallo.

BBC – Scontri a fuoco mentre le truppe russe raggiungono il centro di Mariupol

CNN – La Russia ha attaccato Leopoli

Venerdì la Russia ha lanciato attacchi missilistici vicino a un aeroporto di Lviv, una strategica città ucraina non lontana dal confine polacco che fino ad ora era stata in gran parte risparmiata dal bombardamento implacabile assistito in gran parte del paese durante la guerra.
Il sindaco di Leopoli Andriy Sadovyi ha detto che diversi missili hanno colpito un impianto di riparazione di aerei, ma che i lavori presso la struttura si erano fermati prima degli scioperi e non ci sono state segnalazioni di vittime.
Le forze armate ucraine affermano che le informazioni iniziali suggeriscono che la Russia ha lanciato sei missili verso Leopoli venerdì mattina. Dice che i missili erano molto probabilmente missili da crociera lanciati dall'aria lanciati da aerei da guerra sul Mar Nero. Due dei sei sono stati intercettati dai sistemi di difesa aerea

Xi Jinping parla al presidente americano Joe Biden: “In quanto membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e delle due maggiori economie, Cina e Stati Uniti non dovrebbero solo guidare le relazioni bilaterali perché si sviluppino lungo la strada giusta, ma anche assumersi la responsabilità internazionale di mantenere la pace globale

Mosca – In occasione dell’ottavo anno dell’annessione della Crimea, in migliaia al discorso di Putin.

Abbiamo risollevato la Crimea dal degrado e dall’abbandono, dalle condizioni pessime in cui versavano… Sono gli abitanti della Crimea che hanno fatto la scelta giusta, hanno messo un ostacolo al nazionalismo e al nazismo, che continua ad esserci nel Donbass, con operazioni punitive di quella popolazione. Sono stati vittime di attacchi aerei ed è questo che noi chiamiamo genocidio. Evitarlo è l’obiettivo della nostra operazione militare, non c’è amore più grande di dare la propria vita per i propri amici” in Ucraina ha detto Vladimir Putin.

Intanto Tass pubblica un articolo che (tradotto) recita:

WASHINGTON, 18 marzo. /TASS/. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden intende chiedere al leader cinese Xi Jinping di influenzare il presidente russo Vladimir Putin in modo che fermi l'operazione militare in Ucraina, ha detto venerdì il vicesegretario di Stato americano Wendy Sherman, prima della telefonata tra i leader di Cina e Stati Uniti .

Secondo Sherman, sia la Cina che gli Stati Uniti rispettano la sovranità e l'integrità territoriale degli stati e il loro diritto di scegliere autonomamente il proprio percorso di sviluppo.

Biden chiamerà Xi Jinping venerdì alle 9:00, ora di Washington.

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato in un discorso televisivo il 24 febbraio che in risposta a una richiesta dei capi delle repubbliche del Donbass aveva deciso di effettuare un'operazione militare speciale al fine di proteggere le persone "che hanno subito abusi e genocidio del regime di Kiev per otto anni". Il leader russo ha sottolineato che Mosca non aveva intenzione di occupare i territori ucraini.

Kiev Soldati russi uccidono la madre di due figli mentre porta la famiglia in salvo La mattina presto del 1° marzo, Svitlana Zhulina stava guidando la sua famiglia lontano da Kyiv Oblast, dilaniata dalla guerra. Suo marito, Andriy Vilson, era seduto accanto a lei, i loro due figli di otto e dieci anni sul sedile posteriore. Stavano guidando lungo la Zhytomyr Highway, una strada in direzione ovest molto familiare a Kiev. In tempo di pace, la gente lo userebbe per raggiungere la “capitale occidentale” ucraina di Leopoli. Ora, era la strada per la sicurezza. Improvvisamente, Andriy ha sentito una forte esplosione e la testa di sua moglie è caduta contro di lui. Il proiettile di un cecchino l’aveva colpita. Fermò l’auto e si precipitò a salvare il resto della sua famiglia. “È stato un orrore per i bambini. Il proiettile ha colpito il parabrezza e la loro madre che era lì solo un momento fa è scomparsa”, ha detto Andriy.

Tass – Mariupol: il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov riferisce che le unità della Repubblica popolare di Donetsk, con il sostegno delle forze armate russe, “stanno combattendo contro i nazionalisti nel centro della città”. (NDR La “autoproclamata” Repubblica di Doneck si trova all’interno dell’Oblast’ di Donec’k formalmente parte dell’Ucraina. Non riconosciuto né dalla comunità internazionale né dal governo centrale ucraino, la sedicente Repubblica separatista è «territorio temporaneamente occupato da gruppi armati illegali e truppe della Federazione Russa».)

THE KYIV INDEPENDENT – Due persone uccise, 6 ferite da un attacco aereo russo a Kramatorsk, nell’oblast di Donetsk. L’attacco missilistico del 18 marzo ha colpito un edificio residenziale e un edificio amministrativo, secondo Pavlo Kyrylenko, capo dell’amministrazione militare regionale di Donetsk.

ANSA – Combattimenti in corso nel centro della città assediata nell’est, afferma il ministero della Difesa russo. Nelle prime ore del mattino si sono sentite tre forti esplosioni nella zona dell’aeroporto civile di Leopoli subito dopo che avevano suonato le sirene d’allarme. Nella zona una densa nuvola di fumo. Il sindaco della città ha spiegato che l’attacco missilistico ha colpito una fabbrica per la riparazione degli aerei, la cui attività, tuttavia, era stata sospesa. Nella regione di Kiev oltre 1.000 evacuati nella notte

Il capo dell'amministrazione regionale di OdeSsa afferma che non è previsto che le navi russe vicino a OdeSsa prenderanno parte ad un'azione imminente, piuttosto "pressione psicologica"

BBC – Conflitto in Ucraina: Putin espone le sue richieste in una telefonata in Turchia

Giovedì pomeriggio, il presidente Vladimir Putin ha telefonato al presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, e gli ha detto quali fossero le precise richieste della Russia per un accordo di pace con l'Ucraina.

Le richieste russe si dividono in due categorie.

Le prime quattro richieste, secondo Kalin, non sono troppo difficili da soddisfare per l'Ucraina.

Pravda – Il nemico avanza a Rubizhne nella regione di Luhansk

 situazione più difficile a partire da giovedì a Rubezhnoye, dove gli occupanti russi hanno potuto avanzare.

Fonte: Serhiy Haidai, capo dell'amministrazione statale regionale di Luhansk

Letteralmente: "I bombardamenti non si placano lungo l'intera linea del fronte di Luhansk.

Il più difficile è a Rubizhne (il nemico è avanzato, ma le forze armate faranno ogni sforzo per impedire al nemico di catturare la città).

Dettagli: Gaidai ha anche riferito del bombardamento dei russi a Severodonetsk, Popasna, Lysychansk, Kreminna.

Condividi
il blog del cilento
error: cilentano.it