Guerra in Europa – 17/5/22

“Semplicemente non mollare.” I medici portano via un bambino di 9 anni ferito, che è stato portato via da sotto le macerie di un edificio residenziale a Bakhmut. I “liberatori” hanno bombardato oggi Bakhmut (regione di Donetsk), uccidendo almeno una persona.

La SBU ha ricevuto nuove prove delle atrocità degli occupanti nella regione di Kharkiv Si vantano di aver torturato i militari ucraini e di aver bombardato gli insediamenti pacifici. Lo dimostra la nuova intercettazione della SBU. “Solo non spegnere. Muoviti, muovi la maniglia. Ecco, ben fatto!” La polizia nazionale ha mostrato il video di un bambino che è stato tirato fuori da sotto le macerie di un grattacielo a Bakhmut, che è stato attaccato da bovini russi.

Nuovo filmato di missili guidati Brimstone britannici lanciati da un lanciatore mobile

STATO MAGGIORE (traduttore google) – La SBU ha ricevuto nuove prove delle atrocità degli occupanti nella regione di Kharkiv. Si vantano di aver torturato i militari ucraini e di aver bombardato gli insediamenti pacifici, lo dimostra la nuova intercettazione della SBU. “Sono stati presi due prigionieri. Un orecchio è stato tagliato: non voleva parlare. È ancora normale che il proiettile non sia stato sparato nella sua fronte o che il corazzato da trasporto personale non sia stato squartato. E potresti semplicemente metterlo e una scatola di mitragliatrici, 100 colpi, rilasciarlo e fare uno scolapasta. Bene, al massimo, è stato possibile tagliare le dita “- dice suo padre, l’occupante, che non molto tempo fa ha cercato di avanzare nella regione di Kharkiv. Dice con entusiasmo che gli occupanti “hanno coperto” un pacifico villaggio nella regione di Kharkiv e si sono impegnati in saccheggi: “I ragazzi sono andati in ricognizione, hanno portato: salsicce, maionese, lardo. Se c’è qualcuno nell’ingresso, meno la casa e vivi come vuoi. Tali azioni disumane non fanno infuriare il padre: è contento di aver allevato il boia, che in qualsiasi momento può ottenere un posto nel frigorifero con un “carico-200”.

C’è stata una forte esplosione nella regione di Donetsk

I media locali riferiscono che la fabbrica Knauf di Soledar è in fiamme. Una potente colonna di fumo si erge sopra la città.

Peggio dei tedeschi”. Per qualche ragione, i russi hanno distrutto la banca genetica delle piante a Kharkov, l’unica in Ucraina. Lì sono state conservate più di 160.000 varietà e ibridi di piante provenienti da tutto il mondo, ma dopo l’arrivo del “mondo russo”, tutto si è trasformato in cenere. Inoltre, questa banca di piante è sopravvissuta persino all’occupazione tedesca durante la seconda guerra mondiale, ha affermato Sergey Avramenko, ricercatore presso l’Istituto di industria vegetale dell’Accademia nazionale delle scienze dell’Ucraina. “Sotto la Germania nazista, quando tutta l’Ucraina era sotto occupazione, i tedeschi non distrussero questa collezione, ma al contrario cercarono di preservare, nascondere qualcosa, perché sapevano che i loro discendenti ne avrebbero avuto bisogno”.

A Severodonetsk, nella regione di Luhansk (controllata dall’Ucraina), anche un ospedale è stato preso di mira.

McDonald’s ha annunciato che sta finalmente lasciando il mercato russo e prevede di vendere la propria attività in Russia. A marzo tutti i ristoranti della catena hanno chiuso, lasciando solo alcuni in franchising. Nella foto – il primo “McDonald’s” a Mosca

“Continua l’operazione umanitaria ad Azovstal.

Stiamo lavorando alle prossime fasi dell’operazione umanitaria”, ha scritto su Telegram il vice premier ucraino Iryna Vereshchuk riferendosi all’evacuazione dei combattenti ucraini rimasti nell’impianto siderurgico di Mariupol.

Evacuazione da Azovstal – Il viceministro della difesa dell’Ucraina Anna Malyar: la direzione principale dell’intelligence del ministero della Difesa, le forze armate ucraine, la guardia nazionale, il servizio di guardia di frontiera hanno avviato un’operazione per salvare i difensori di Mariupol bloccati sul territorio dello stabilimento Azovstal. Il 16 maggio, 53 feriti gravi sono stati evacuati da Azovstal in una struttura medica a Novoazovsk per assistenza medica. Altre 211 persone sono state portate a Olenevka attraverso il corridoio umanitario (le localita’ sono sotto il controllo russo).

Per un ulteriore rientro in territorio ucraino verrà effettuata una procedura di scambio. Per quanto riguarda i difensori ancora rimasti nel territorio dell’Azovstal, le misure di salvataggio sono in corso grazie agli sforzi congiunti dei suddetti reparti.

Mentre il presidente del Tagikistan si è recato al vertice della CSTO da Putin, sono scoppiati disordini nello stesso Tagikistan (nella regione autonoma del Gorno-Badakhshan), scontri con i militari, si hanno notizie non confermate sulle prime vittime.

In precedenza in Tagikistan c’è stato un forte aumento dei prezzi dei generi alimentari, la valuta nazionale si è fortemente deprezzata e la crisi in Russia e la mancanza di lavoro e salari ora stanno costringendo molti centroasiatici a tornare a casa senza lavoro, denaro e trasferimenti, il che aumenta anche tensione sociale. Inoltre, al confine con l’Afghanistan, i tagiki hanno avuto una scaramuccia con i talebani: ora l’opposizione tagika e gli alleati tagiki dei talebani vi si sono concentrati, secondo varie stime, da 6 a 10mila combattenti. Non c’è nessuno che possa respingere una potenziale offensiva, perché una parte impressionante dell’esercito tagiko è di stanza nella valle di Ferghana, dove si sta preparando un conflitto con il Kirghizistan.

Il governo russo continua a spendere milioni di rubli per difendere il presidente. L’uomo continua a farsi scavare bunker sempre piu’ profondi e costosi a scapito dei russi che, nella stragrande maggioranza, vive in poverta’. Secondo fonti del Cremlino quello che ormai viene testualmente considerato “il verme”, si nasconde nelle profondita’ della terra ed esce solo per qualche incontro ufficiale.

ANSA – Ucraina, la Svezia verso la Nato. Putin: risponderemo. Da Azovstal evacuati 264 soldati

Cilentano.it (nota del redattore) – Dopo piu’ di 80 giorni di cronaca verifichiamo che l’invasore Russo continua, nonostante le perdite umane proprie e del dichiarato avversario cioe’ l’Ucraina, ad ordinare agli stati vicini ed autonomi (riconosciuti anche dal mappamondo…) quello che devono fare: Svezia e Finlandia non dovrebbero decidere motu proprio pena conseguenze devastanti. Quella sottospecie di stato dittatoriale, ossia la Russia di Putin e di tutti i putiniani, che continua ad uccidere persone inermi, bambini, donne e soldati con bombe a grappolo e missili incendiari al fosforo, senza ne’ tetto e ne legge, continua a minacciare l’occidente.

Le belve umane che hanno torturato uomini, tranciato mani a donne, ucciso piu’ di 200 bambini, distrutto scuole, asili nido, ospedali, quartieri residenziali, teatri, opere d’arte, musei… deportato oltre 100.000 persone in 66 stabilimenti (come da pagine gia’ pubblicate), che costringuono a vivere senza acqua e medicinali centinaia di migliaia di persone restate fortunosamente in vita, per il nome di una zeta, in virtu’ della denaZinificazione di soldati che giocano a scacchi e che leggono libri, continuano a vendere magliette con il simbolo che e’ riuscito, nel ventiduesimo secolo a superare il nazismo di quello che fu il Hitler.

Gli orchi, oggi si dicono pronti a salvare eroi della patria…

Oltre 10000 giornalisti scomparsi nel nulla, accusati, sburgiadati, avvelenati… canali televisivi chiusi, redattori torturati. Questa e’ la Russia, non quella di Putin: questi sono i russi.

Non si deve fare di tutt’erba un fascio… ma con un fascio si fece il nazismo.

Condividi
il vlog del cilento
error: cilentano.it