Guerra in Europa – 16/5/22

SOTA – Le azioni “Salva Azovstal” e “Stop Putin” si sono svolte presso il Parlamento della Georgia a Tbilisi. I partecipanti hanno chiesto il rilascio dello stabilimento Mariupol Azovstal, dove si trovano ancora i militari e i residenti locali, e si sono offerti di firmare la petizione corrispondente. Foto: Ruslan Terekhov / SOTA Video: SOTA (I GIORNALISTI INDIPENDENTI IN RUSSIA ARRESTATI SONO PIU’ DI DIECIMILA)

La Corte d’Appello Militare ha avviato l’esame del ricorso nel caso degli “adolescenti Kan”. La difesa chiede di annullare la sentenza e la procura, al contrario, chiede di aumentare la pena del condannato Nikita Uvarov da 5 a 9 anni di reclusione. Uvarov partecipa all’incontro tramite collegamento video dal centro di custodia cautelare. I restanti imputati, che hanno ricevuto la sospensione della pena, non si sono presentati in tribunale. Ricordiamo che i “ragazzi canesi” sono stati condannati per presunta preparazione di attentati terroristici.

IL PAZZO E’ SOLO: il despota ha riunito i suoi più stretti alleati nella CSTO per dimostrare di non essere solo. Ma quello che avrebbe dovuto essere un solenne benvenuto si è rapidamente trasformato in una dimostrazione dell’isolamento di Putin anche tra i vicini della Russia, scrive il New York Times. Anche gli stati parzialmente dipendenti hanno voltato le spalle al proprietario del Cremlino.

PANE PER I GIURISTI CHE DOVRANNO TESTIMONIARE CONTRO I CRIMINI DI GUERRA COMMESSI DALLA RUSSIA

Il satellite ha già registrato il 4° luogo di sepoltura di massa vicino al Cimitero Centrale di Mariupol occupata, riferiscono i giornalisti di Schem (Radio Svoboda). È apparso all’inizio di marzo. Una delle trincee raggiunge più di 30 m di lunghezza.

Ukraine news 24/7 – 95.000 ucraini in campi di deportazione

Ci sono 66 campi dove sono tenuti 95.000 residenti di Mariupol. Questi risultati sono stati ottenuti dagli investigatori britannici a seguito della verifica delle informazioni sulla deportazione, secondo il consigliere del sindaco di Mariupol Petr Andryushchenko. “Quando abbiamo iniziato a parlarne, quasi nessuno ci credeva. Ora il mondo intero vede la verità sulla disumanità. Triste, ma la vittoria del fronte dell’informazione di Mariupol. 21° secolo. Deportazione. Campi. Siberia. La Russia non ha cambiato il suo atteggiamento nei confronti degli ucraini per secoli” – ha detto Andryushchenko.

ANSA – Intanto, in Italia il sito della Polizia ha subito un attacco da parte degli hacker filorussi del collettivo ‘Killnet’, gli stessi che nei giorni scorsi hanno colpito alcuni siti istituzionali tra i quali quelli del Senato e della Difesa e che hanno provato a bloccare Eurovision.

Il villaggio di Ingulska TG e il villaggio di Kostiantynivska TG sono stati inclusi nell’elenco aggiornato delle comunità territoriali situate nelle aree delle ostilità, nei territori temporaneamente occupati e in quelli circondati. Il consiglio regionale di Nikolaev è in costante comunicazione con tutte le comunità territoriali della regione e in coordinamento con l’OVA lavora sulla decisione di questioni di carattere consultivo e umanitario.

Putin non ha più navi d’assalto anfibie – “Abbiamo quasi escluso la possibilità fisica di atterraggi anfibi russi: semplicemente non hanno abbastanza navi. E gli assalti aerei sono colossalmente rischiosi”, afferma il colonnello Grabsky. “I nostri pungiglioni e altri mezzi non permetteranno a nessun aereo di sopravvivere”.

Di sicuro non ci sarà acqua potabile a Nikolaev per altri due mesi L’acqua portata dal Southern Bug scorrerà dai rubinetti dei residenti di Nikolaev per almeno altri due mesi. Lo ha detto il sindaco Alexander Senkevich in un commento al giornalista NikVesti. “l’acqua che stiamo fornendo alle tubazioni ai residenti di Nikolaev non corrisponde alla qualità dell’acqua potabile ed è in realtà acqua destinata ad infrastrutture “tecnica”. Oggi stiamo preparando una presentazione di quattro prese d’acqua separate con sistemi di purificazione dell’acqua separati fino al livello dell’acqua potabile”.

Almeno 10 persone sono morte oggi a causa dei bombardamenti nemici a Severodonetsk, il capo dell’OVA di Luhansk Sergey Gaidai.

Azovstal ORE 14.30. Gli occupanti continuano a sganciare pesanti bombe.

https://t.me/ukraina24tv – Gli occupanti hanno ripreso i tentativi di ripristinare il porto di Mariupol Non c’è altro modo per esportare il metallo rubato e fornire una logistica minima per i fascisti russi. Lo sminamento è quasi terminato. “Ieri una barca sommersa di guardie di frontiera è stata sollevata dal fondo della Porta Vecchia. Ma finora la Meotida sommersa con la nostra bandiera detiene con orgoglio l’ingresso alla Porta Nuova, che è la chiave per riprendere la navigazione”, ha detto Petro Andryushchenko, un portavoce per il sindaco

UNIAN – Dal 2014, tutti noi abbiamo visto molti video e foto di “Buriati” feriti, uccisi e catturati inviati dai russi a morire in Ucraina. Perché? Dopotutto, la Buriazia ha sia oro che petrolio. Ma vanno nell’esercito russo e muoiono, occupando il secondo posto in termini di perdite. Una storia interessante sui “Buriati” e le ragioni che portano al fatto che finiscono in Ucraina, dove muoiono in massa e vengono catturati.

ADNKRONOS – I soldati ucraini feriti che si trovano nell’impianto potranno uscire. Saranno trasferiti in un ospedale di Novoazovsk, nella autoproclamata repubblica popolare del Donbass, ha reso noto il ministero della Difesa russo, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa russa Ria Novosti, citando il contenuto dell’accordo raggiunto con i militari ucraini bloccati nei tunnel dell’acciaieria di Mariupol.

TELEGRAM UNIAN – Le forze armate ucraine inviano feroci saluti ai carri armati russi vicino a Izyum Il video mostra il lavoro della 93a Brigata Motorizzata “Cold Yar”.

THE KYIV INDEPENDENT – Norvegia, Danimarca, Islanda danno garanzie di sicurezza a Svezia e Finlandia. I paesi scandinavi sono pronti ad assistere i loro vicini nordici “con tutti i mezzi necessari se dovessero essere vittime di aggressioni” sul loro territorio prima di ottenere l’adesione alla NATO, ha affermato il 16 maggio il primo ministro norvegese Jonas Gahr Store. La mossa segue le minacce della Russia contro la Finlandia e Svezia, inclusa la dichiarazione di un funzionario russo che potrebbero diventare obiettivi per un attacco militare. La dichiarazione arriva anche nel mezzo della ricerca dell’Ucraina di ottenere garanzie di sicurezza occidentali per respingere l’aggressione russa in futuro.

ULTIME NOTIZIE DA UKRAINE NOW: ▪️La ricostruzione delle infrastrutture critiche inizierà il 16 maggio nella regione di Chernihiv. Sono già stati stanziati 150 milioni di UAH. Il denaro è nei conti di tesoreria della regione.

▪️Questa mattina il nemico ha aperto il fuoco sulla zona di confine della regione di Sumy. i razzisti hanno sparato mortai, lanciagranate, mitragliatrici e mitra. Con la copertura del fuoco, il DRG russo ha cercato di entrare in Ucraina. Le guardie di frontiera hanno combattuto i sabotatori e li hanno costretti a ritirarsi oltre il confine di stato.

▪L’esercito russo sta cercando di organizzare la fornitura di equipaggiamento a Snake Island. Proseguono inoltre le operazioni di sollevamento e soccorso sul luogo della distruzione del mezzo da sbarco Serna nei pressi dell’isola. Lo ha riferito OK “South”.

▪️Gli occupanti sono stati incaricati dalla Russia di preparare l’Energodar e il Kherson occupati per un referendum tra pochi mesi, – Consigliere del ministro degli Affari interni dell’Ucraina Vadym Denysenko

▪️Le riserve di gas naturale nella regione di Luhansk saranno sufficienti per due mesi. Anche nella regione la comunicazione mobile è stata parzialmente ripristinata, a Lysychansk c’è elettricità in alcuni luoghi, non c’è un approvvigionamento idrico centralizzato in tutta la regione

▪️L’Ucraina ha perso 6,3 mila km di ferrovie principali a causa dei razzisti, 23 573 km di strade, 289 ponti stradali e 41 ponti ferroviari sono stati danneggiati, – Ministro delle Infrastrutture dell’Ucraina Oleksandr Kubrakov.

▪️I servizi segreti militari dell’Ucraina hanno ottenuto prove documentali della perdita di manodopera e attrezzature della 1a Armata Panzer delle Forze Armate del paese occupante. Al 15 marzo 2022, la loro perdita totale era di 409 persone. I soldati ucraini hanno eliminato 61 occupanti e ferito 209 occupanti. Solo nelle prime due settimane di guerra, 44 petroliere russe sono scomparse e 96 occupanti dell’esercito hanno deciso di salvarsi la vita e di arrendersi. Nello stesso periodo, i difensori dell’Ucraina hanno distrutto e catturato 308 unità di equipaggiamento militare dall’esercito degli occupanti.

L’esercito ucraino sarà pronto per una controffensiva attiva entro metà luglio. Ciò accadrà dopo aver ricevuto volumi sufficienti di armi pesanti dai partner. Lo ha affermato il consigliere del capo dell’OP Alexei Arestovich.

adnkronos – La scelta di Finlandia e Svezia di aderire all’alleanza militare della Nato è un “grave errore con conseguenze di vasta portata”. Lo ha affermato il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov, secondo quanto riportato dall’agenzia Interfax. “Il livello generale di tensione militare aumenterà e la situazione, ovviamente, sta cambiando radicalmente alla luce di ciò che sta accadendo”, ha affermato, sottolineando che “Finlandia e Svezia non dovrebbero farsi illusioni sul fatto che la Russia si limiterà semplicemente a sopportare la loro decisione”.

ATTACCO DI OGGI AD ODESSA: Nelle foto le conseguenza degli attacchi missilistici nella citta’ de “O Sole Mio”…

Sindaco di Melitopol: fino al 50% dei residenti è fuggito dalla città occupata. Ivan Fedorov ha detto in TV che fino a 65.000 residenti sono fuggiti da Melitopol occupata dai russi. Secondo il funzionario, in città rimangono quasi 70.000 persone. “Solo gli anziani, coloro che hanno parenti anziani o coloro che non hanno i mezzi e i parenti nel territorio controllato dal governo ucraino non hanno lasciato la città”, ha detto.

TELEGRAM UKRAINE NEWS 24/7 – I razzisti hanno un nuovo drone. E questo è un vero killer di kamikaze.

▪️Il drone si chiama “Cubo”. Scende con un paracadute, mente e aspetta che qualcuno gli si avvicini, e poi viene fatto saltare in aria.

Chernihiv avvia il ripristino delle infrastrutture critiche. Il 16 maggio il governatore dell’Oblast di Chernihiv, Viacheslav Chaus, ha dichiarato che le autorità stavano iniziando a ripristinare le reti elettriche, le strutture di approvvigionamento idrico, gli ospedali e gli asili nido danneggiati dalla guerra russa.


La mattina del 16 maggio, la Russia ha bombardato il distretto Ingulsky di Nikolaev. C’è stato un incendio in un negozio di mobili, un’auto parcheggiata nelle vicinanze ha preso fuoco. Resti di una testata a grappolo di un sistema di razzi a lancio multiplo sono stati trovati non lontano dal luogo dell’esplosione

A Mariupol, gli invasori stanno cercando di entrare o bloccare l’uscita dai bunker dell’Azovstal. Tutte le operazioni a terra vengono eseguite dai russi solo sul perimetro dell’impianto. Intanto continuano i negoziati per l’uscita dei militari dall’acciaieria.

I cittadini locali lo denunciano e pubblicano foto e video del prossimo stato di emergenza. Questa volta – vicino all’impianto di calcestruzzo. Il fumo nero è visibile nel cielo, si sente l’odore di bruciato. Sul posto i vigili del fuoco.

Gli occupanti con il pretesto della “nazionalizzazione” si appropriano della proprietà degli ucraini a Mariupol “In generale, Mariupol, purtroppo, vede con i suoi occhi l’inizio dell’URSS in Ucraina quasi negli stessi anni del secolo scorso. Il potere degli egemoni e delle persone con un fucile. L’unica cosa che differisce è che la chiesa mantiene al passo con i comunisti”, ha detto Petr Andryushchenko, consigliere del sindaco

A seguito degli attacchi degli invasori nella regione di Donetsk, tre civili sono stati uccisi, ha affermato il capo dell’amministrazione militare regionale Pavel Kirilenko. “Il 15 maggio i russi hanno ucciso tre civili nella regione di Donetsk: due a Drobyshevo e uno a Toretsk. Altre 12 persone sono rimaste ferite. Anche oggi siamo riusciti a chiarire le informazioni su tre civili morti in precedenza: due a Seversk e uno a Volnoye Pole”, ha detto.

TELEGRAM – Ecco come appare ora Severnaya Saltovka a Kharkiv…

UKRINFORM – Le forze di difesa aerea ucraine e le forze missilistiche antiaeree hanno distrutto 11 obiettivi nemici nelle ultime 24 ore. “Il 15 maggio, le forze missilistiche antiaeree dell’Air Force hanno abbattuto due missili da crociera, tre droni Orlan-10 e un elicottero Ka-52. Un elicottero Mi-28 e quattro UAV Orlan-10 sono stati colpiti dalle unità di difesa aerea delle forze di terra”, ha pubblicato su Facebook il comando dell’aeronautica militare ucraina.

UKRINFORM – I difensori ucraini hanno già ucciso circa 27.400 soldati russi dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio. Lo ha riferito lo stato maggiore delle forze armate ucraine su Facebook, secondo un corrispondente di Ukrinform.

I residenti di Belgorod, in Russia, riferiscono di fumo tra i palazzi… Ecco i video condivisi sui social.

L’esercito ucraino ha mostrato un video di soldati che raggiungono il confine con la Russia nella regione di Kharkiv: arrivo al confine del 227° battaglione della 127° brigata di difesa territoriale.

TELEGRAM (trad. google) – Dopo un’invasione russa su vasta scala dell’Ucraina, gli uffici di registrazione e arruolamento militari russi vengono dati alle fiamme in massa. Sono già noti più di 10 casi di questo tipo (vedi mappa) Di notte, gli uffici di registrazione e arruolamento militare russi dei distretti di Sovetsky, Voroshilovsky e Kirovsky a Volgograd, così come l’ufficio di registrazione e arruolamento militare a Pronsk, nella regione di Ryazan, erano in fiamme. E il 13 maggio hanno dato fuoco all’ufficio di registrazione e arruolamento militare a Rostov Gukovo. Tutti gli incendi sono stati commessi con l’aiuto di “banderasmuzi”. Rapporti di incendi dolosi di commissariati militari provengono dalle regioni russe tra voci di mobilitazione imminente e numerosi rapporti di coscritti inviati nel pieno delle ostilità.

TELEGRAM – Esperti forensi esaminano i corpi dei soldati russi morti durante il processo di identificazione a Kharkiv I corpi di oltre 41 soldati russi trovati dopo aver combattuto in giro per la città sono conservati in un frigorifero.

Gli invasori hanno recuperato dal fondo del mare la nave corazzata ucraina “Lubny” del progetto “Gyurza-M” affondata durante le battaglie per il porto di Mariupol

Condividi
il vlog del cilento
error: cilentano.it