Guerra in Europa 16/3/22

Sindaco Sarny: ‘città bombardata da razzi’

La città di Sarny, nella regione di Rivne, nel nord dell’Ucraina, è stata bombardata dai razzi. Lo comunica il sindaco Ruslan Serpeninov. Dai canali di informazione Telegram il primo cittadino precisa che sarebbero tre i missili nemici ad aver colpito la città, raccomandando ai cittadini di non lasciare i rifugi.

Odessa – Navi russe bombardano dal mar Nero.

Il consiglio comunale della città di Kiev riferisce di un raid russo su un teatro della città, rifugio per centinaia di civili.

MARIUPOL NOW: La Russia bombarda la piscina pubblica di Mariupol, bambini e donne incinte bloccati sotto le macerie.Secondo il sindaco è stato danneggiato anche un gasdotto a bassa pressione. Secondo il governatore dell’Oblast’ di Donetsk, Pavlo Kyrylenko, l’attacco ha colpito la piscina “Neptune”, dove si stavano rifugiando i civili. Il numero delle vittime è sconosciuto.

UKRINFORM – Il sindaco di Melitopol Ivan Fedorov è stato rilasciato dalla prigionia. 

Lo ha annunciato il vice capo dell’ufficio del presidente dell’Ucraina Kyrylo Tymoshenko su  Telegram , riferisce il corrispondente di Ukrinform.

“L’operazione speciale per rilasciare il sindaco di Melitopol Ivan Fedorov è appena stata completata con successo. Vanya è al sicuro. Abbiamo appena parlato con il presidente e il capo dell’Ufficio”, ha detto Tymoshenko.

Ha assicurato che molto presto Fedorov tornerà alle funzioni di sindaco della Melitopol ucraina.

Come riportato, l’11 marzo l’esercito russo ha rapito il sindaco di Melitopol Ivan Fedorov. Circa 10 invasori hanno fatto irruzione nell’ufficio del sindaco, gli hanno tirato una borsa nera sopra la testa e lo hanno cacciato in una direzione sconosciuta.

L’aggressione armata della Russia contro l’Ucraina da nord, est e sud dell’Ucraina, nonché dal mare e dall’aria, è in corso dal 24 febbraio.

USA – Parla Biden: 800 milioni di dollari in aiuti militari all’Ucraina, siamo determinati a far pagare a Putin un prezzo altro.

Financial Times – Ucraina e Russia elaborano un piano di neutralità per porre fine alla guerra

Una bozza di accordo in quindici punti comporterebbe la rinuncia di Kiev alle ambizioni della Nato in cambio di garanzie di sicurezza

Standing ovation dal Congresso americano per il presidente Ucraino in un collegamento online dall'Ucraina che tra gli applausi dichiara: "Sono fiero di salutarvi da Kiev, vittima dei bombardamenti dei russi tutti i giorni ma noi non molliamo, come tutte le altre città". "Il nostro Paese vive l'11 settembre da tre settimane"

Soldati della Russia hanno ucciso in un attacco almeno 10 civili ucraini in coda per il pane a Chernihiv. Lo riferisce il quotidiano Suspilne

"Soccorritori in prima linea". Il SES ha chiesto vigilanza
I soccorritori hanno esortato i cittadini a non consentire tali incendi ea monitorare la situazione nei loro insediamenti.

"L'Ucraina, come mai prima d'ora, ha bisogno della tua consapevolezza e responsabilità pubblica!", - ha aggiunto nel dipartimento.

kiev independent – Il sindaco di Skadovsk occupata nell’oblast di Kherson afferma di essere stato rilasciato. Oleksandr Yakovlev, che è stato rapito in precedenza, ha pubblicato un indirizzo video su Facebook in cui ha anche affermato che gli occupanti russi avevano promesso di liberare altri detenuti e chiesto ai residenti di non farsi prendere dal panico.


ADNKRONOS – “Non è possibile” un ingresso “a breve” dell’Ucraina nella Nato. Lo ha detto il primo ministro britannico, Boris Johnson, dopo che già ieri il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, aveva “preso atto” che Kiev non entrerà nella Nato, una delle condizioni poste da Mosca per fermare i combattimenti. “Ieri ho parlato di nuovo con Volodymyr e ovviamente capisco cosa sta dicendo sulla Nato e la realtà della sua posizione. Tutti hanno sempre detto – e l’abbiamo chiarito a Putin – che l’Ucraina non entrerà a breve nella Nato”, ma “la decisione spetta all’Ucraina e al suo leader eletto, e il Regno Unito li sosterrà”, ha detto Johnson, citato dai media britannici.

Nella notte navi russe hanno iniziato a bombardare anche dal mare Mariupol e la regione di Odessa

Il Comando dell'Aeronautica Militare delle Forze Armate dell'Ucraina annuncia l'eliminazione di due caccia russi Su-30cm nel sud del Paese.

"Oggi, alle 5 del mattino, nel sud del Paese, due caccia Su-30cm dei fascisti russi sono stati inviati in direzione della nave russa. Una coppia di combattenti degli occupanti ha cercato di attaccare uno dei villaggi nella regione di Odessa, ", ha detto il Comando in un post su Facebook.

L'unità missilistica antiaerea del Pivden Air Command ha distrutto entrambi i velivoli.

"I piloti sono stati espulsi e sono caduti nel Mar Nero ucraino seguendo gli aerei", ha affermato il comando dell'aeronautica.
Kiev - alle ore 06:16 il servizio di soccorso 101 ha ricevuto la segnalazione di un crollo in un edificio residenziale nel distretto di Shevchenko della capitale.
Sul posto sono giunti immediatamente i vigili del fuoco delle unità antincendio e soccorso più vicini. L'arrivo ha rilevato che il crollo dell'edificio residenziale di 12 piani ha causato un crollo al 12° piano tecnico dell'edificio. Anche la vicina casa di 9 piani è stata danneggiata.
I soccorritori hanno subito iniziato ad evacuare i residenti dall'edificio e ad eliminare i singoli centri antincendio.
Alle 7:45 è stato eliminato l'incendio sui balconi di 3,10,11 e 12 piani e l'appartamento all'ultimo piano di una palazzina residenziale di 12 piani.
Sul posto sono state impiegate 8 unità di attrezzature di base e speciali antincendio e soccorso, oltre a 35 personale.
Secondo le informazioni preliminari, 37 persone sono state evacuate, 2 delle quali sono rimaste ferite.
Sono in corso misure di emergenza e soccorso per smantellare le strutture dell'edificio e perquisizione delle vittime. fonte: Facebook

Orban: l’Ungheria non sosterrà l’Ucraina con le armi, resta fuori dalla guerra. Il primo ministro ungherese Viktor Orban, sostenitore di Putin di lunga data, ha affermato che il Paese “deve rimanere fuori da questa guerra” durante la manifestazione dei suoi sostenitori.

Il leader dell'opposizione russa incarcerato Alexei Navalny prevede il crollo della Russia a causa della guerra.

Durante la sua udienza in tribunale, il politico ha affermato che l'invasione dell'Ucraina è stata pianificata da un "gruppo di vecchi pazzi". Navalny, che rischia fino a 13 anni di prigione, ha detto che preferirebbe essere "un uomo libero" in prigione piuttosto che "il servitore di Putin".
twitter - La Russia afferma che i loro coscritti non vengono inviati a combattere in Ucraina. Ma questa è solo un'altra bugia. Ne abbiamo già catturati un sacco. Ora hanno qualcosa da dire al loro capo bugiardo

Rainews 24 – Il Parlamento slovacco ha approvato oggi a Bratislava la proposta del governo per permettere alle truppe di 6 stati membri della Nato, compresa la Repubblica Ceca, di operare nel paese come parte del rafforzamento dell’ala orientale della Nato. La Slovacchia – 5 milioni di abitanti – confina a Sud Est con l’Ucraina. Il progetto prevede il dispiegamento di un massimo di 2.100 soldati stranieri, truppe provenienti da diverse nazioni europee: tedesche, ceche, americane, olandesi, polacche e slovene.

Condividi
il blog del cilento
error: cilentano.it