Guerra in Europa – 14/3/22

FB – L’ultimo video pubblicato da Володимир Зеленський Volodymyr Zelenskyj e’ toccante. E’ chiaramente girato con un green screen ma la sua vita e la sua famiglia e’ in pericolo. Non credo che sia in malafede: la verita’ e’ che nessun popolo vorrebbe essere massacrato da un altro. Ogni borgo, ogni strada, ogni negozio, ogni artista ha diritto ad esprimersi. In occidente cerchiamo di liberare i gay, le lesbiche o, piu’ semplicemente, “le donne”. In America il presidente negro e’ stata una realta’. Il nostro Papa Francesco ha incontrato il Papa della Chiesa ortodossa copta, dopo aver incontrato i massimi esponenti di tutte le religioni. Ovunque si chiede pace. Ma la bestia di Putin continua ad uccidere bambini, giornalisti, malati negli ospedali, donne incinte. Richiama terroristi ceceni, scannagalline, l’animale (putin) devasta chiese, monumenti, uccide ragazzi ventenni. Usa il gas. Un uomo, una bestia feroce, un criminale che sta sterminando migliaia di innocenti, che distrugge e rade al suolo citta’. Fino a quando i nostri occhi potranno resistere davanti ai ciucciotti dei piccoli lasciati a terra nella polvere devastante della guerra?

Il messaggio del Presidente dell’Ucraina: La Russia continua a distruggere le nostre infrastrutture, continua a battere le nostre città. Ma ripristineremo ogni strada ogni città. Ogni casa, gli appartamenti di ogni ucraino. Ora che l’occupante è ancora sulla nostra terra, dobbiamo batterlo più che possiamo. Proteggi le città, proteggi i borghi, proteggi ogni metro della nostra terra. E ogni pezzo del nostro cuore. Cuore ucraino. L’anima dell’Ucraina. Aiutatevi a vicenda! Sosteniamoci a vicenda! Tieni alta la difesa! E proteggi lo stato! Insieme vinceremo. Gloria all’Ucraina!

Non vediamo nessun impegno da parte di Vladimir Putin una de-escalation in Ucraina”, ha detto la portavoce della Casa Bianca Jen Psaky in un briefing con la stampa rispondendo ad una domanda sui colloqui tra negoziatori russi e ucraini.

WEB CAM LIVE

BBC – Un giornalista britannico che lavora per il Fox News Channel negli Stati Uniti è stato ferito mentre riferiva della guerra in Ucraina, afferma la rete. La Fox ha confermato in onda che Benjamin Hall – indicato come corrispondente dal Dipartimento di Stato americano – è in ospedale dopo un incidente fuori dalla capitale Kiev. Il conduttore di notizie pomeridiano John Roberts ha aggiunto che le squadre a terra stavano ancora raccogliendo i dettagli dell’incidente.

ANSA – Un raid russo su una torre della televisione nell’ovest dell’Ucraina ha provocato almeno 9 morti. Le forze russe hanno fatto saltare in aria delle munizioni vicino all’Unità G1 della centrale nucleare di Zaporizhzhya che avevano sequestrato. Lo ha riferito il servizio stampa di Energoatom, l’azienda ucraina che si occupa della gestione delle quattro centrali nucleari attive nel Paese.

In Bielorussia è stato avvistato un grande convoglio di equipaggiamenti militari in transito verso il confine con l’Ucraina. Lo riporta l’agenzia ucraina Unian, citando un video di un testimone sul posto. “La colonna nemica dalla Bielorussia si sta avvicinando al confine ucraino”, sottolineano i media ucraini precisando che “il filmato mostra camion militari e altri veicoli blindati. Davanti alla colonna c’è un veicolo contrassegnato dalla lettera V, che potrebbe indicare – prosegue – una sua affiliazione con le Forze Armate” russe. CONTINUA A LEGGERE

Sono arrivati nelle zone del conflitto i primi 400 mercenari siriani ingaggiati da Mosca, mentre le milizie cecene sono arrivate alla periferia di Kiev.

Il leader ceceno Kadyrov

Rainews24 – La linea che rifornisce la centrale nucleare di Chernobyl e la città di Slavutych è stata danneggiata dalle forze di occupazione”, ha scritto questa mattina su Facebook Ukrenergo, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, e per questo “la centrale nucleare ucraina di Chernobyl è di nuovo elettricità”. La linea ad alta tensione era stata riparata e rimessa in funzione nella giornata di ieri, dopo alcuni giorni in cui era stata fuori uso a causa dei combattimenti nella zona, ma “le forze di occupazione hanno danneggiato di nuovo il collegamento“, afferma Ukrenergo, che ha annunciato che lavorerà per ripristinare un’altra volta l’allaccio.

RESA DI MILITARI RUSSI

Reuters: Facebook vieta gli appelli per uccidere Putin e Lukashenko. Nick Clegg, il presidente della società madre di Faceboo Meta, ha affermato nella corrispondenza aziendale interna che Facebook vieterebbe gli inviti alla violenza contro i russi in generale, ha riferito Reuters. La Russia aveva precedentemente avviato un procedimento penale contro Facebook dopo aver consentito inviti alla violenza contro le truppe russe in Ucraina.

VIDEO: Gioielleria dei soldati del reggimento Azov, Mariupol

Quarto colloquio tra Russia e Ucraina: ci sarebbero dei passi in avanti nelle trattative, con le due delegazioni che torneranno a incontrarsi domani sempre via video. Per un faccia a faccia Zelensky-Putin invece i tempi ancora non sarebbero maturi, anche se né Kiev né Mosca hanno escluso questa ipotesi.

The Kyiv independent – 160 auto con sfollati lasciano Mariupol, raggiungono Berdiansk. Secondo il vice primo ministro Iryna Vereshchuk, circa 600-700 persone sono state evacuate dalla città assediata il 14 marzo. Circa 300.000 residenti rimangono a Mariupol. “Questo non è abbastanza”, ha detto Vereshchuk, aggiungendo che la Russia ha impedito ai camion e agli autobus ucraini di evacuare più persone.

adnkronos: nuovo tavolo, stavolta in videocollegamento, tra Kiev e Mosca per un nuovo round di negoziati. A Roma è previsto un incontro tra il consigliere per la Sicurezza nazionale Usa, Jake Sullivan, e Yang Jiechi dell’Ufficio politico del Comitato centrale del Partito comunista cinese e capo della Commissione esteri del Comitato centrale del Pcc

“Il sistema di difesa aerea, considerato inesistente, salva migliaia di vite ogni giorno e ogni notte”. Lo fa sapere sui social il comandante in capo delle forze armate ucraine Valery Zaluzhny, facendo sapere che “dall’inizio della guerra aperta della Federazione Russa contro l’Ucraina, alla mattina del 14 marzo, sono stati lanciati 259 attacchi missilistici sul nostro territorio e sono stati lanciati 395 missili da crociera“.

kyiv independent – Il movimento dei media e gli attivisti per i diritti umani chiedono pressioni internazionali sulla Russia per rilasciare il giornalista ucraino Oleg Baturin rapito nella regione di Kherson

Colpita durante un raid russo l’antenna di tele e radio comunicazioni della regione ucraina di Rivne. Lo comunica Vitali Koval governatore dell’amministrazione regionale militare di Rivne.

video: TANK RUSSI VERSO KIEV DISTRUTTI

RAINEWS24 – La Russia mette in guardia le aziende occidentali nel Paese: i manager che criticano il governo potrebbero essere arrestati e gli asset delle società che si ritirano dal paese potrebbero essere sequestrati. Lo riporta il Wall Street Journal, secondo il quale nelle ultime settimane la giustizia russa ha avvertito McDonald’s, Ibm e Yum Brands, la società a cui fa capo Kfc.

kyiv indepent – Vicino a Zhytomyr le truppe della Federazione Russa hanno distrutto 7 edifici –

"Regione di Zhytomyr il 14 marzo alle 02:40 nel villaggio del distretto di Stavyshche Zhytomyr a seguito di un attacco missilistico su edifici per uffici, ferito 4 persone e precedentemente distrutto 7 edifici, le ricerche sono in corso".

L’aeroporto Antononv, nel nord di Kiev, è stato colpito dai bombardamenti russi. Lo riferisce la Bbc citando le autorità cittadine.

kyivindependent.com – Alla fine di febbraio, Serhii Fokin, residente a Kiev, ha dovuto prendere una decisione difficile: entrare in un rifugio antiaereo durante un raid aereo e rischiare di infettare chi lo circondava, oppure restare a casa, rischiando di essere ucciso da un missile russo. Fokin scelse la seconda opzione, rimanendo nel corridoio del suo appartamento vicino a un muro portante, noto per resistere alle esplosioni meglio di altri. Le mascherine mediche e il distanziamento sociale sono diventati un ricordo del passato in Ucraina da quando la Russia ha lanciato la sua guerra totale contro il paese il 24 febbraio. Le misure precauzionali raccomandate durante la pandemia sono state in gran parte trascurate dagli ucraini, che ora si concentrano su salvando loro la vita da continui bombardamenti e altri attacchi. Ma il virus non è scomparso.

IL FANTASMA DI KIEV

Condividi
il blog del cilento
error: cilentano.it