Guerra in Europa – 12/3/22

Interfax Ukraine – Il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) Rafael Mariano Grossi intende arrivare a Kiev, ha affermato il capo dell’impresa statale Energoatom Petro Kotin. “Ma la data della visita non è stata ancora fissata”, ha detto Kotin in onda della maratona dell’unità #UArazom (insieme). Ha anche affermato che l’Ucraina ha bisogno di azioni più attive da parte dell’AIEA, oltre alle preoccupazioni espresse.

Due centrali elettriche a Enerhodar, a circa 50 km da Zaporozhye in Ucraina, viste dall’altra parte del bacino idrico di Kakhovka sul fiume Dnepr. Foto scattata dalla riva “Nikopol”.

KYIV INDEPENDENT La Russia concentra il potere militare per l’assalto a Kiev

La pausa operativa nella battaglia per Kiev negli ultimi giorni sembra volgere al termine. Nuove indicazioni suggeriscono che la Russia si sta preparando a rilanciare una massiccia offensiva nella regione, obiettivo principale della guerra. Nonostante una situazione molto complicata con molti dei suoi principali assi di attacco in tutta l’Ucraina, la Russia continua a lanciare più potenza militare a ovest e ad est di Kiev, nel tentativo di circondare e penetrare la città. Le immagini satellitari emesse dalla compagnia statunitense Maxar rivelano l’attività molto recente della Russia vicino all’aeroporto di Hostomel, comprese le unità corazzate e l’artiglieria rimorchiata. “La Russia sta probabilmente cercando di ripristinare e riposizionare le sue forze per una rinnovata attività offensiva nei prossimi giorni”, come ha affermato il ministero della Difesa britannico nel suo aggiornamento dell’intelligence dell’11 marzo. “Questo probabilmente includerà operazioni contro la capitale, Kiev”. Come crede la comunità di esperti, Kiev dovrebbe prepararsi a una dura difesa con breve preavviso, potenzialmente per i tentativi russi di imporre un blocco completo e innescare un disastro umanitario per costringere la leadership ucraina a un accordo. Tuttavia, come suggerisce la situazione, anche le prospettive della Russia sembrano sempre più cupe. Con i tentativi falliti della Russia di impadronirsi di Kiev in un attacco lampo, insieme a costanti sforzi di difesa, la capitale ha tutte le possibilità di macinare e dissanguare le forze d’invasione in feroci combattimenti urbani, precipitando di fatto una vittoria strategica sulla Russia.

ADNKRONOS – Guerra Russia-Ucraina, sarebbero oltre 12mila i morti tra i russi dal giorno dell’inizio dell’attacco di Mosca all’Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, diffuso su Facebook, che riporta cifre che non è possibile verificare in modo indipendente. Secondo il resoconto dei militari ucraini, a oggi le perdite russe sarebbero di oltre 12mila uomini, 362 carri armati, 1205 mezzi corazzati, 135 sistemi d’artiglieria, 62 lanciarazzi multipli, 33 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 58 aerei, 83 elicotteri, 585 autoveicoli corazzati, 3 unità navali, 60 cisterne di carburante e 7 droni.

ANSA – Proseguono i raid anche attorno a Kiev, i cui sobborghi hanno subito pesanti bombardamenti. Una base aerea a una trentina di chilometri dalla capitale distrutta dai missili. Nelle immagini satellitari carri armati russi a 25 km dal centro città. Bombe anche a Nikolaev (sud), Dnipro – dove i sistemi di difesa aerea, riferisce il sindaco, hanno respinto un attacco dal cielo nella prima mattina – e Kropyvnytskyi (centro del Paese). Altro fronte Mariupol: i russi ne occupano la periferia est e gli ucraini accusano Mosca di aver colpito una moschea dove si riparavano dalle bombe 80 civili

L'equipaggiamento degli occupanti a Nikolaev viene catturato
L'esercito ucraino ha utilizzato un UAV Bayraktar TB2 per distruggere un sistema di guerra elettronica russo nella regione di Kiev. Secondo Ukrinform, Valeriy Zaluzhny, comandante in capo delle forze armate ucraine, lo ha riferito su facebook I nostri operatori di Bayraktar TB2 hanno abilmente "elaborato" il sistema EW del nemico nella regione di Kiev", ha affermato.

L'11 marzo, l'aviazione ucraina ha distrutto un punto di controllo nemico nella regione di Kiev.

Le forze russe si avvicinano alla capitale dell’Ucraina, come testimoniato anche da alcune immagini satellitari che hanno mostrato perfino l’uso di artiglieria pesante. Le autorità ucraine accusano la Russia di raid a Mykolaiv, dove sono stati danneggiati un ospedale per la cura di malati oncologici e alcuni edifici residenziali, anche se nessuno tra le centinaia di pazienti presenti nel nosocomio è rimasto ucciso nell’attacco.

Live

Allarme aereo anche a Leopoli e, secondo quanto riferiscono i media locali, anche a Odessa, Kharkiv, Cherkasy e Sumy. Nella notte sono stati colpiti alcuni sobborghi della capitale ucraina.

Condividi
il blog del cilento
error: cilentano.it