Giro in barca dall’Arco Naturale di Palinuro alla Baia degli Infreschi

Questo video lo girammo diversi anni fa ed abbiamo deciso di “montarlo ex novo” anche perche’ le musiche che utilizzammo infrangono il copyright di youtube.

Raggiungere la baia degli Infreschi e’ semplicissimo: basta andare a Marina di Camerota e farsi portare nella caletta con la barca. Noi decidemmo di partire dalla foce del Mingardo (dove c’e’ l’Arco Naturale) per allungare il “brodo”.

Il “brodo” in realta’ non e’ una minestra riscaldata ma un susseguirsi di dipinti creati dalla natura, o dal padreterno (per chi ci crede), che lasciano di stucco anche il turista che crede di aver visto tutto. E’ proprio vero che abbiamo dei tesori nascosti a quattro passi e non li conosciamo.

QUESTA MAPPA L’ABBIAMO TROVATA ONLINE

Superata la spiaggia del Mingardo (o cala del cefalo o spiaggia del ciclope o, piu’ semplicemente “la pineta”) si raggiunge Marina di Camerota. Subito dopo aver superato il porto cambia lo scenario: uno dei luoghi piu’ belli di tutta la costa cilentana vi si aprira’ alla vista: Cala Monte di luna.

Poi, nel montaggio, abbiamo invertito l’ordine degli addendi (ma il risultato non cambia), troveremo il Pozzallo e Cala Bianca. Tutto cio’ e’ infarcito dalle numerose grotte piu’ o meno anguste che potrete, barca permettendo, visitare.

Infine il porto degli antichi romani di baia degli infreschi. Meglio una pizza in meno, se siete a corto di danaro, ed un giro in barca in piu’.

Condividi
il blog del cilento

Giro in barca dall’Arco Naturale di Palinuro alla Baia degli Infreschi

error: cilentano.it