deluca 1 - De Luca: "spettacolo indegno di violenza e di guerriglia urbana organizzata, che nulla ha da spartire con le categorie sociali" - verso il nuovo Lockdown (le ipotesi al vaglio)

De Luca: “spettacolo indegno di violenza e di guerriglia urbana organizzata, che nulla ha da spartire con le categorie sociali” – verso il nuovo Lockdown (le ipotesi al vaglio)

GARANTIRE LA LEGALITÀ. VARARE UN PIANO SOCIO-ECONOMICO DI SOSTEGNO A IMPRESE E FAMIGLIE

“ieri sera si è assistito a Napoli a uno spettacolo indegno di violenza e di guerriglia urbana organizzata, che nulla ha da spartire con le categorie sociali. Ieri si applicavano le stesse ordinanze a Milano, Roma e Napoli. E mentre a Milano e Roma le città erano deserte nel rispetto delle norme, a Napoli c’erano violenze e vandalismo. Alcune centinaia di delinquenti hanno sporcato l’immagine della città.Vogliamo chiarire che:

1. I protagonisti di questi episodi non hanno nulla a che fare con le categorie economiche e con i cittadini di Napoli, che hanno dato in questi mesi una prova straordinaria di autodisciplina e di responsabilità, e che tuteleremo fino in fondo sul piano sanitario e su quello sociale;

2. Continueremo a seguire la nostra linea di rigore, senza cambiare di una virgola, come è nostro dovere fare.

Da questo momento chiediamo al Governo di impegnarsi:

1. A garantire la legalità e il rispetto delle leggi;

2. A mettere a punto immediatamente un piano di sostegno socio-economico per le categorie produttive e per le famiglie. Questo sostegno costituisce una priorità assoluta, al pari delle misure sanitarie, come abbiamo fatto in Campania con un piano economico e sociale scattato contestualmente alle misure restrittive. Da oggi non accetteremo ritardi e interlocuzioni se non si affronta da subito il tema sociale. Sollecitiamo un incontro ad horas con il Governo su questi punti.”

Verso il nuovo lockdown

L’idea e’ che il presidente possa ripristinare il lockdown sul territorio campano almeno fino all’Immacolata (8 dicembre). Una chiusura totale per evitare nuovi positivi al virus che colpirebbe palestre, piscine, sale giochi, sale bingo, sale scommesse, spa, saune.

Ristoranti, bar, pizzeriepotranno fare solo ed esclusivamente il delivery.

Dal provvedimento sarebbero esclusi (il condizionale e’ d’obbligo): negozi di alimentari, supermercati, edicole, tabacchi e negozi di elettronica. Da valutare la situazione relativa ai saloni di parrucchieri, barbieri ed estetiste.

De Luca potrebbe chiedere il divieto di spostamento tra Regioni.

Condividi
error: cilentano.it