olio - Coop. Nuovo Cilento di San Mauro Cilento, tre giorni di incontri sul mondo dell'olio d'oliva

Coop. Nuovo Cilento di San Mauro Cilento, tre giorni di incontri sul mondo dell’olio d’oliva

Dal 5 al 7 novembre la Coop. Nuovo Cilento di San Mauro Cilento spalanca le sue porte a clienti, ristoratori, insegnanti, appassionati e curiosi del mondo agricolo in una tre giorni piena di laboratori e incontri tematici, per scoprire il mondo dell’olivicoltura a 360°.

In autunno nel Cilento è tempo di olio nuovo appena spremuto, di profumi di olive, di alberi carichi di frutti preziosi. L’olivo è uno dei simboli del paesaggio cilentano e in questi giorni nelle campagne è iniziata la raccolta e la frangitura delle olive, un rito antichissimo che si ripete da migliaia di anni, tra antiche tradizioni e nuove tecnologie La Cooperativa Agricola “Nuovo Cilento” di San Mauro Cilento da 45 anni tutela le piante di ulivo che da secoli caratterizzano un paesaggio agrario collinare e montano tanto intatto e suggestivo quanto difficile da coltivare. Salella, Rotondella, Oliva Bianca, Pisciottana, Frantoio, si sono rivelate nella storia le più adatte all’ecosistema locale, nel processo di selezione naturale secolare. La cooperativa oggi occupa un posto di avanguardia in Italia nella tutela della biodiversità, nella certificazione biologica, nella denominazione di origine protetta (DOP Cilento) e nell’innovazione tecnologica applicata all’agricoltura organica rigenerativa.

Si parte Venerdì 5 novembre con un incontro dedicato agli addetti alla ristorazione e al mondo del food in cui verrà illustrato il lungo e attento lavoro che parte dalla rigenerazione del suolo e arriva alla produzione di tre linee di olio di altissima qualità. Guidati dagli esperti della Coop. Nuovo Cilento si visiteranno i terreni, il frantoio, la compostiera, il ristorante, per toccare e comprendere fino in fondo il mondo dell’olio extravergine come base della Dieta Mediterranea. Il pomeriggio di venerdì sarà dedicato ad un bellissimo laboratorio sulle olive ammaccate con Gabriella Mazziotti, custode dell’antica arte della lavorazione e conservazione di questo importante presidio Slow Food. Si prosegue con un incontro sulla Chimica dell’olio e dei sottoli guidati da un grande esperto, il Prof. Raffaele Sacchi dell’università di Napoli.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: cilentano.it