176677807 3436016863166927 5622547913738084728 n - Centola, tutti i premiati del concorso "Terramica"

Centola, tutti i premiati del concorso “Terramica”

CENTOLA. Si è tenuta a Centola la cerimonia di premiazione del concorso “Terramica” organizzato, in occasione della Giornata Mondiale della Terra, dal Comune cilentano. L’iniziativa, fortemente voluta dalla consigliera delegata alla Cultura Maria Di Masi e dal vicesindaco con delega all’Ambiente Silverio D’Angelo, ha visto protagonisti gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Centola che hanno prodotto foto, video e poesie inerenti il tema della salute della Terra.

Ad aggiudicarsi il primo premio, con un libro creativo ed originale, è stata la Scuola Primaria di Centola, al secondo posto la Scuola Primaria di Foria e al terzo la Scuola Primaria di San Severino. E’ stato conferito, inoltre, il premio “Effetto messaggio” a Maria Elena Luise e a Simone De Luca, il “Premio Speciale” alla classe I della scuola secondaria di primo grado del plesso di Centola, il “Premio Giuria” alle classi I, III, e V della scuola primaria di Palinuro e il “Premio Futuro” alla scuola dell’infanzia di Caprioli. La Commissione esaminatrice è stata composta dalla scrittrice Maria Mollo (presidente), dalla professoressa Anna Maria Pace, dal referente della biblioteca comunale Antonio D’Angelo e dall’imprenditrice Stefania Saldi.

“Con questa iniziativa abbiamo voluto sensibilizzare i giovani al rispetto dell’ambiente – ha spiegato la consigliera Maria Di Masi – Siamo tutti chiamati a ridurre il nostro impatto ambientale e soprattutto ad agire per rimediare ai danni causati. Ma per far questo – aggiunge la Di Masi – abbiamo bisogno innanzitutto di conoscere e comprendere la reale situazione del nostro Pianeta”. “A questi studenti – ha aggiunto il vicesindaco D’Angelo – abbiamo consegnato un messaggio semplice: prendiamoci cura del verde, del mare, di tutto ciò che ci circonda. Perché tutto questo è anche nostro, dei nostri figli e di chi verrà dopo di noi. Dobbiamo aiutare il mondo a non soffrire e lo dobbiamo fare tutti insieme”.

Condividi
error: cilentano.it