CASTELLO DELLABATE CASTELLABATE BORGO e1526476137106 - Capaccio e Castellabate sbarcano in Russia grazie ad una tv russa

Capaccio e Castellabate sbarcano in Russia grazie ad una tv russa

Dal 25 al 29 ottobre, Capaccio ospiterà la troupe di una nota TV russa. Grazie all’impegno dell’Associazione di promozione sociale e territoriale O Cilento Aps, guidata dalla dinamica Presidente di madre lingua russa Olga Yegorova, saranno trasmesse su un nazionale canale russo, le immagini salienti di uno speciale format TV, che metteranno in risalto le peculiarità cilentane, dalla storia, alla cultura, dalle tradizioni alla gastronomia, a tutto il folklore che il Cilento è in grado di irradiare nel mondo.

A supportare l’encomiabile iniziativa di promozione sociale e territoriale della O Cilento APS, diversi sponsor d’eccellenza oltre al patrocinio morale ed economico della città di Capaccio Paestum e Castellabate.

L’iniziativa, volta a sponsorizzare le ineguagliabili bellezze del territorio, raggiungerà in Russia un bacino di utenza pari a 3 milioni di telespettatori, ma si andrà anche oltre, visto che il format è molto seguito dai residenti di lingua russa che soggiornano per lavoro nella Unione Europea, garantendo così una preziosa visibilità in grado auspicabilmente di aprire gli orizzonti del nostro bel Cilento ad un nuovo turismo di qualità, come quello offerto dal target di medio alto profilo dei turisti provenienti dai paesi dell’Est.

Si chiama Federico Arnaldi, il giovane presentatore della trasmissione russa, tra l’altro italiano d’origine, che insieme ad Olga compirà un vero e proprio viaggio alla scoperta del fascino unico e antico del Cilento. Passeggeranno nell’area archeologica, all’ombra dei templi; degusteranno la vera mozzarella doc dell’azienda Barlotti; proveranno l’emozione di attendere i pescatori alle prime luci dell’alba, dal ritorno in barca con il pescato del giorno, che avranno modo di assaporare grazie alla tradizionale ma innovativa cucina di Vincenzo Carola; vivranno l’atmosfera magica del borgo antico di Agropoli, dove saranno accolti dal folklore di gruppi musicali e danzatrici popolari.

Alla dispensa San Salvatore li attenderanno le massaie, le forti donne del Cilento, e berranno il nettare di Pagano, personalità di spicco del panorama pestano. Ad accompagnarli in questa avventura anche Giovanna Voria, ambasciatrice della Dieta Mediterranea nel mondo.

Panni stesi, artigiani locali e personaggi con il dialetto tipico del meridione, aspetteranno Federico nella rinomata piazzetta di “Benvenuti al Sud”, a Castellabate.

In questo quadro ambizioso, per illustrare al meglio una Terra dalle mille sfumature come il Cilento, non poteva mancare la Triglia di Licosa dell’azienda Alici di Menaica.

Dulcis in fundo, con le ultime riprese, dal resort San Francesco, l’affascinante Olga, amalierà tutti con la sua cucina, così anche in Russia potranno scoprire la fragranza e gli aromi della ricetta dei fiori di zucca “ndurati e fritti” e le “Lagane e Ceci”.

Il tutto sarà supportato dall’agenzia di comunicazione digitale Keysell e dallo staff di Cilento in Tavola per la registrazione di un backstage dell’intera iniziativa, per dare ancora più visibilità all’evento anche sui social.

Queste le parole, appunto, emozionate della Presidente: “Colgo intanto l’occasione per ringraziare tutti coloro, dalle amministrazioni locali, Il Comune di Capaccio Paestum in primis e il Comune di Castellabate, che hanno reso possibile l’iniziativa, agli operatori economici del territorio:

– Savoy Beach Hotel

– BEACH CLUB 93

– RISTORANTE TRE OLIVI

– AZIENDA AGRICOLA SAN SALVATORE 1988

– LA DISPENSA SAN SALVATORE

– Caseificio Barlotti

– Vecchio Saracino | Carola 1801

– Le Alici di Menaica

– Keysell

– Cilento in Tavola

che hanno creduto nel nostro progetto che poi è il loro, anzi è il nostro di tutti i cilentani …. che amano questa meravigliosa terra!

La nostra Associazione, nelle premesse del nostro Statuto, ha in animo di operare di fatto anche come strumento e supporto a beneficio degli operatori turistici locali per promuovere il loro “prodotto vacanza” nei confronti di una variegata domanda di fruizione turistica “Incoming”, e con tale vision “O Cilento APS” è orientata a fornire assistenza e consulenza a realtà operanti nel turismo e si fa, e si farà sempre più spesso, vettore di promozione e di visibilità del “Brand Cilento” presso l’utenza turistica proveniente dai paesi di lingua russa ed inglese.

Noi di “O Cilento APS” crediamo molto nello sviluppo del Cilento come meta turistica esperienziale ad alto valore aggiunto per la sua bellezza paesaggistica e naturalistica, ricca di storia, cultura e tradizione.

In particolare con le nostre attività di promozione intendiamo trasmettere al viaggiatore/ospite/fruitore del territorio locale, un Cilento vivo, che coinvolga i cinque sensi dell’umano percepire, anche attraverso l’utilizzo delle moderne tecniche di comunicazione televisiva, digitale ed il social-web marketing.

Queste, invece, sono le parole del Vice Presidente, un visionario dalla

pluriennale esperienza nel settore, Mauro Falcioni:

“…. bisogna imparare di nuovo ad attingere alle risorse di una tradizione che ha pochi eguali al mondo.

Paesaggi gastronomici celebri sin dall’antichità, filiere produttive di eccellenza assoluta, la pasta, la mozzarella, la pizza, il pomodoro, i latticini, il vino, la frutta, i legumi, l’olio extravergine d’oliva.

Sono i pilastri della dieta mediterranea, le materie prime di uno stile di vita che recupera il passato per anticipare i tempi.

Sapori e prodotti che vengono da lontano, dalla fatica dei nostri antenati, dalla loro sapienza, intelligenza, lungimiranza, resilienza.

Siamo consapevoli e convinti che spetta, dunque, ad organismi come quello rappresentato anche dalla “piccola ma dal grande cuore” no profit “O Cilento APS” il compito di riannodare la trama della storia, di recuperare quei fili umani, economici, culturali spezzati in nome di un’idea “Fordista” di sviluppo turistico tanto fallimentare quanto estranea alle vocazioni dei nostri territori …”

Condividi
error: cilentano.it