michele cammarano 1280x720 1024x576 - Cammarano, Sala Consilina: canile in costruzione da circa un ventennio ancora fermo

Cammarano, Sala Consilina: canile in costruzione da circa un ventennio ancora fermo

A oltre un anno dalla ratifica del protocollo d’intesa per la gestione del rifugio comprensoriale della Comunità Montana Vallo di Diano, sottoscritto il 23 luglio 2020 dall’Azienda sanitaria locale, il Centro regionale di Igiene urbana e veterinaria e la Comunità montana, il canile ubicato in località Marroni a Sala Consilina, in costruzione da circa un ventennio, è ancora fermo al palo.

Alcuni territori interni della provincia di Salerno vivono una vera e propria emergenza randagismo e il Vallo di Diano ne è l’emblema. La vasta area orientale della provincia infatti non dispone di un presidio deputato alla cura ed alla custodia degli animali senza dimora”. E’ quanto dichiarano in una nota congiunta il Presidente della Commissione Regionale aree interne Michele Cammarano e la deputata salernitana Anna Bilotti pronti a sottoscrivere due interrogazioni indirizzate rispettivamente alla giunta Regionale e al Ministro della Sanità. “Vogliamo capire innanzitutto per quale motivo il nuovissimo canile comprensoriale non sia ancora operativo e anzi versi in uno stato di assoluto abbandono. Gli ultimi atti dello scorso anno fanno riferimento ad un protocollo di intesa tra la Regione Campania, nello specifico ASL Salerno e CRIUV, e la Comunità Montana Vallo di Diano con indicazione di funzioni e obiettivi e con un cospicuo stanziamento di fondi ma ad oggi non non sono chiari i motivi della mancata apertura”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: cilentano.it