le spiagge di pisciotta caprioli verso le saline di palinuro il cilentano cilento 1024x572 - Anteprima24.it: Ascea-Pisciotta, ok da Provincia a variante di Rizzico. Appalto da 19 milioni (parole... il nostro video di ieri)

Anteprima24.it: Ascea-Pisciotta, ok da Provincia a variante di Rizzico. Appalto da 19 milioni (parole… il nostro video di ieri)

Pisciotta (Sa) – Svolta nel collegamento tra Ascea e Pisciotta: la Provincia di Salerno ha approvato il debito fuori bilancio relativo alla progettazione da parte della Progin. Il passaggio della nuova arteria nel vallone Fiumicello bypasserà l’intero tratto in frana, sfruttando tutti i piloni esistenti del lavoro rimasto incompiuto, tranne gli ultimi due, con il rientro sulla ex statale 447 prima del bivio della Suerte, con una galleria di 100 metri, anziché 400 metri.

Così l’esponente del Pd, Cristian Greco (foto a lato): “Ciò consentirà di risolvere in modo definitivo l’angosciante problematica di Rizzico, che da oltre trent’anni affligge le nostre Comunità ed, in modo particolare i collegamenti e l’economia locale. Finalmente si è giunti alla conclusione dell’iter burocratico. Entro il 31 dicembre 2021 la Regione Campania provvederà a bandire la gara d’appalto per l’importo complessivo di 19 milioni per la realizzazione della variante. Si tratta di un importante quanto atteso risultato per il nostro territorio alla cui realizzazione hanno contribuito in molti. L’opera eliminerà il gap infrastrutturale fronteggiato per anni dai cittadini e dalle imprese del territorio. È un’opera strategica per il rilancio delle attività economico-produttive e turistiche. La mobilità e le infrastrutture rappresentano il settore cardine anche per la crescita del territorio, per le opportunità di lavoro, per la crescita di servizi collegati ai grandi cantieri”.

Codacons

Il Codacons Cilento chiede chiarimenti alla provincia e alle ferrovie sulla frana di Rizzico che minaccia da anni la rete ferroviaria

“In seguito a numerose segnalazioni e proteste di tanti cittadini – spiega il presidente Codacons Cilento Bartolomeo Lanzara –abbiamo chiesto chiarimenti alla provincia in merito hai finanziamenti destinati alla risoluzione della viabilità della frana Rizzico. Inoltre, abbiamo chiesto quali interventi di messa in sicurezza sono stati fatti fino ad oggi per tutelare l’incolumità fisica dei cittadini in attesa degli interventi programmati. Inoltre, èincomprensibile, tenuto conto della gravità e urgenza degli interventi, il ritardo nell’utilizzo di finanziamenti già stanziati dalla regione per completare definitivamente la variante all’ex statale 447, risolvendo definitivamente questo annoso problema”.

8 aprile 2021

Caprioli, strada riaprirà mercoledì. Variante Rizzico, Picarone: “4 anni di ritardi”

Pisciotta (Sa) – I disagi viari causati da frane e smottamenti potrebbero essere solo un brutto ricordo. Ettore Liguori, sindaco del Comune di Pisciotta, fa sapere a tutto il comprensorio che “mercoledì 14 aprile alle ore 16 sarà riaperto il transito lungo la strada regionale ex strasa statale 447. I lavori in località Gabella di Caprioli saranno, infatti, ultimati prima dei tempi previsti contrattualmente. Di tanto ci ha informati il dirigente del settore lavori pubblici della Provincia di Salerno”. 

La notizia fa il paio con il prossimo appalto per la più ampia soluzione infrastrutturale della ‘pisciottana’. Non senza polemiche: Franco Picarone, consigliere regionale e presidente della Commissione Bilancio, afferma: Finalmente la Provincia di Salerno, approvando un debito fuori bilancio relativo alla fase di validazione del progetto, ha superato uno snodo decisivo per la realizzazione della variante di Rizzico.

Devo dire che la questione, fondamentale per quella parte del territorio cilentano, non rappresenta un grande esempio di celerità burocratica.

L’opera, già dotata di progettazione definitiva, poteva procedere nella sua esecuzione, dopo l’adeguamento progettuale, mediante appalto integrato. La Regione aveva aggiunto le risorse necessarie alla copertura integrale del finanziamento dell’opera. Tutto questo risale a più di 4 anni fa, quanti ce ne sono voluti per definire questo solo aspetto.

L’intoppo risolto in questi giorni è mera questione burocratica rapportata a poche centinaia di migliaia di euro, a fronte di un opera che cifra più di 20 milioni. Rappresenta un po’ la difficoltà in cui si dibatte il nostro Paese circa l’esigenza di sburocratizzare procedure e processi amministrativi.  Adesso siamo tutti tranquilli che si procederà spediti?

Io mi auguro di sì. La Regione gestirà l’appalto e questo dovrebbe dare garanzie in tal senso. Questa arteria, insieme a tante opere di viabilità delle aree interne e costiere, è molto importante per la fruibilità civile, economica e turistica del nostro Cilento. Soprattutto in vista dell’adeguamento dell’Aeroporto di Salerno “Costa di Amalfi”.

Condividi
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: cilentano.it