(ansa) – Christmas Light, da Gubbio a Salerno le luci di Natale

GUBBIO – Dall’albero di Natale più grande del mondo di Gubbio al Light Music Show di Bressanone, dalle luci d’artista di Salerno e Torino alle fiaccole di Abbadia San Salvatore e le candele di Candelara. Fino alla meraviglia del presepe luminoso di Manarola alle Cinque Terre. Se il Natale è emozione, calore e fratellanza, la magia universale passa soprattutto dalle luci. Dai lumini nelle chiese alle candele nelle case fino alle proiezioni spettacolari, installazioni e sculture di luce, scenografie urbane a tema natalizio.

“Si tratta di vere opere d’arte – spiega Massimo Feruzzi della società di ricerche turistiche Jfc che ha condotto uno studio sull’argomento – che ‘giocano’ sul tema della luce. In Italia non si tratta solo di installazioni luminose, ma anche di fiaccole e fiammelle di cera: sono una decina gli appuntamenti capaci di creare attrazione turistica su questo tema. Appuntamenti che durante queste festività genereranno un valore economico complessivo pari a 67 milioni 590 mila euro, grazie ai 2 milioni 475 mila visitatori e segnando un incremento di ben il 23,5% rispetto allo scorso anno. In crescita i turisti stranieri, svizzeri ed americani in particolare. Sul totale dei visitatori, 321 mila persone si fermeranno a dormire nella località, generando 592 mila presenze turistiche”. Leggi tutto su ANSA.IT

Condividi
il blog del cilento

(ansa) – Christmas Light, da Gubbio a Salerno le luci di Natale

error: cilentano.it