rifugio1 - Alburni, il rifugio Panormo, info e video

Alburni, il rifugio Panormo, info e video

Il Rifugio Panormo in località Campofarina (con i suoi 1742 m. sul livello del mare quella del Panormo è la vetta più alta dei monti Alburni) vi sorprenderà con i suoi scenari e la varietà di piante, soprattutto faggi, e di fiori che in primavera tappezzano il pianoro di colori inimmaginabili.
rifugio 960x640 - Alburni, il rifugio Panormo, info e video
E’ il posto ideale per un tranquillo week-end a contatto con una natura incontaminata, siamo a circa 1400 mt sul livello del mare.
Intorno al rifugio, assai frequentato dai boy-scout ci sono delle aree attrezzate con tavoli e panche. Inoltre la cucina tipica e’ piena di prodotti a km zero: qui tutto e’ veramente bio!
rifugio2 960x640 - Alburni, il rifugio Panormo, info e video
L’ostello ha 5 stanze, tutte con servizi indipendenti e riscaldamento. Il posto offre delle ottime occasioni agli amanti della montagna, per soggiorni climatici o per coloro che vogliono semplicemente trascorrere qualche giorno di completo e salutare riposo negli immensi spazi della incontaminata natura degli Alburni. Dotato di connessione internet (ma ricordatevi che qui il cellulare non ha campo con nessun gestore) e’ alimentato da un gruppo elettrogeno. Per quello che sappiamo l’acqua e’ di origine sorgiva e viene raccolta in cisterne. La sera, anche in piena estate, s’accende il fuoco e ci si ritrova tutti intorno in cerchio. E’ una buona occasione per raccontare esperienze e trascorrere qualche ora a chiacchierare con gli ospiti di turno.
A mezzanotte il gruppo si spegne ed amen. Buonanotte.

Arrivare al rifugio (giro lungo):
Da Capaccio scalo bisogna arrivare a Roccadaspide, proseguire per Bellosguardo e quindi Corleto Monforte (dove c’e’ uno splendido e purtroppo quasi sconosciuto museo naturalistico, costo del biglietto 5 euro), proseguire per S. Angelo a Fasanella (paese con due patrimoni dell’umanità: Antece e Grotta di S. Michele) e quindi arrivare “quasi” ad Ottati. Poco prima del paese, infatti, sulla destra troverete un cancello (che conduce inoltre al cimitero), proseguite per circa 14 km su strada asfaltata e troverete il rifugio.
Giro corto: da Roccadaspide tagliate per Aquara ed arrivate direttamente ad Ottati
Giro cortissimo: Dall’autostrada uscite a Postiglione seguite per Castelcivita e quindi troverete Ottati (per chi arriva da Nord)

Condividi
error: cilentano.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: