filanda13 1024x683 - A Laurenzana, Pz, apertura straordinaria del castello e della Filanda De Rosa in occasione delle Giornate FAI d'autunno - video

A Laurenzana, Pz, apertura straordinaria del castello e della Filanda De Rosa in occasione delle Giornate FAI d’autunno – video

Il FAI BASILICATA in contemporanea nazionale ha presentato a Matera il programma delle Giornate FAI d’Autunno 2021 che si svolgeranno il 16 e 17 ottobre prossimo,
sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica Italiana, con il patrocinio della Commissione Europea, del Ministero della Cultura, del Ministero dell’Istruzione e del Ministero dell’Università e della Ricerca.

Nel censimento nazionale dei luoghi da non dimenticare giunta alla sua 10ª edizione, tra i luoghi Lucani candidato nel censimento 2020 compare L’ANTICA FILANDA  DE ROSA, già sito di campagna del Fai Basilicata, sostenuto dalla delegazione FAI Potenza.

Un esclusivo esempio di Archeologia Industriale, situata sin dalla sua fondazione, in uno dei più floridi, tra i Borghi manifatturieri della Lucania agli inizi del XX SEC. nell’area centrale della Basilicata nella provincia di Potenza, un borgo che conserva tutt’oggi le tipiche connotazioni Medioevali LAURENZANA.

filanda9 scaled - A Laurenzana, Pz, apertura straordinaria del castello e della Filanda De Rosa in occasione delle Giornate FAI d'autunno - video

L’industria della lana in Basilicata tra il 1870 e il 1950 era pienamente attiva sul territorio con numerosi opifici, rara testimonianza di Archeologia Industriale presente nella Regione Basilicata.

L’ANTICA FILANDA DE ROSA sopravvissuta indenne allo scorrere del tempo, virtuosamente conservata dai proprietari e ancora in grado di generare “moto” e pone un tassello importante a rappresentazione di una forma di produttività estinta, attraverso la rilettura di luoghi già caratterizzati da bellezze paesaggistiche. Ubicata nell’immobile originario di fine’800, adiacente la piazza denominata Largo Fiera, il “Borgo Azienda diffuso, nei tipici vicoli I, II e III Largo Fiera” in diversi locali disposti ad arcipelago intorno al nucleo produttivo, rimasto  inalterato nella sua struttura, soffitto con travi in legno di castagno e  pavimentazioni con grandi pietre squadrate, dette “chianche”, gli ingombranti macchinari in ferro allocati nelle postazioni originarie, la lupa o battitore, la carda, il divisore, il filatoio, l’aspo, le varie attrezzature, ed i numerosi reperti utilizzati nella operosità deputata alla trasformazione della lana, dalla tosatura al filo di lana. “Uno scrigno che detiene tutto il fascino di una storia non recente.” Il fenomeno migratorio del lavoro ha vissuto lo sfratto di molte attività produttive di cui la Basilicata era fiorente agli inizi del secolo, di cui non si è più vista una ripartenza, le iniziative culturali, vitalizzate da una Capitale Europea della cultura Lucana dovrebbero servire anche a potenziare gli itinerari di un nuovo turismo.

L’ANTICA FILANDA DE ROSA da luogo di produzione a fabbrica della cultura.

Con il fiorire delle imprese culturali e creative spicca anche una cultura del vedere, della memoria antica e testimoniale, insieme a quella del sentire, memorie orali, senza mai fermarsi nel percorso delle scoperte, nel disegno di rivitalizzare luoghi che siano simbolici del lavoro dell’uomo, produrre un vincolo istituzionale, un bene come monumento nazionale, con l’obiettivo di riportare interesse per i mestieri, con la narrazione delle attività artigianali, industriali e proto-industriali, indispensabile a ricostruire la bella storia che la Basilicata ha da raccontare.

Un processo di conoscenza multidisciplinare e interdisciplinare attraverso il recupero e la patrimonializzazione, affinché un monumento industriale venga riconosciuto dalla comunità.

Il riconoscimento come Luogo del Cuore FAI è un volano di molte opportunità che condurranno alla riappropriazione del valore di questi beni visitabili e fruibili da chiunque, e per chi abbia voglia di approfondire e aggiungere note offre la possibilità di capire e di sapere, dove alcune notizie vogliano essere maggiormente approfondite e comprese.  E nella totalità con esso si apprezzi il valore del territorio Lucano al quale contribuisce con uno strato non secondario, fornendo una traccia nella lettura dei lunghi con un nuovo approccio alla conoscenza.

filanda4 scaled - A Laurenzana, Pz, apertura straordinaria del castello e della Filanda De Rosa in occasione delle Giornate FAI d'autunno - video

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: cilentano.it